Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
19 mar 2022

Alpha Tauri, è l’anno della consacrazione

Gasly cerca il salto di qualità, Tsunoda vuole crescere. E il bolide di Faenza è partito bene nei test: "Siamo migliorati molto"

19 mar 2022
riccardo galli
Sport

di Riccardo Galli

Idee e progetti ci sono. Eccome. E, magari detto sottovoce, ci sono anche un bel po’ di ambizioni. Il progetto 2022 di AlphaTauri, del resto, è un progetto che parte da lontano, e il terzo anno di Formula Uno per il team di Faenza equivale a una stagione molto importante per arrivare a tracciare un (primo) bilancio definitivo.

Così l’AT03, il nome della monoposto che scandisce appunto il timbro triennale di AlphaTauri in F1, l’AT03, dicevamo, ha già superato bene, diciamo pure a testa alta, le giornata di lavoro in pista durante l’inverno. Quei test che sono stati il primo passo per portare alla prova cronometro le mille novità di una stagione assolutamente rivoluzionaria.

Soddisfatti i due piloti, il francese Pierre Gasly (nella foto) e il giapponese Yuki Tsunoda. Soddisfatti e pronti a un’avventura che in qualche modo vorrebbe (e potrebbe) vederli fra i protagonisti.

Gasly è pronto per il salto in avanti definitivo. Il suo salto di qualità. E proprio il pilota francese ha lanciato un messaggio all’insegna dell’ottimismo per i risultati da poter mettere in conto nel 2022. "Andremo in gara – spiega – con una AT03 che senza dubbio rappresenta un miglioramento importante rispetto alla precedende auto".

"E poi – sono ancora parole di Gasly –, davanti a un cambiamento così grande ci sono ancora tante cose da imparare, ma in tempi brevi potremo capire la nostra collocazione nel gruppo di centro".

AlphaTauri, insomma, vuole mettersi... nel mezzo, se non addirittura a ridosso delle scuderie che si daranno battaglia nella corsa al Mondiale.

Il marchio Red Bull, che accompagnò il team di Faenza, negli anni della Toro Rosso, poi diventata appunto l’AlphaTauri dei nostri giorni, non ha mai rinnegato l’italianità della scuderia romagnola, e anche questo rappresenta uno stimolo in più nelle ambizioni stagionali.

Detto di Gasly – che andrà incontro a un Mondiale prezioso per avvicinare il francese alla squadra dei top-rider – occhi puntati anche sul giapponese Tsunoda, considerato una possibile sorpresa della F1 di questa e delle prossime stagioni.

"Ho sensazioni positive", il suo giudizio dopo i chilometri delle giornate dei test di Barcellona e in Bahrain. Quelle stesse sensazioni che AlphaTauri ha nel rincorrere una posizione importante nella prima griglia di partenza del 2022 e poi in gara.

L’AT03 monta un motore Red Bull Powertrains V6. Così dalla livrea, caratterizzata dai colori ufficiali, il bianco e il blu, è scomparso il logo del marchio del motore Honda, uscito dalla Formula Uno.

"AlphaTauri 2022 è nata da un foglio bianco" come ha detto il responsabile del progetto Jodi Egginton. Il che conferma il valore di una scomessa che entusiasma. E che può regalare sorprese intriganti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?