Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 mag 2022

La storia di una ricorrenza che vanta radici antiche

Origini / La Festa della Mamma moderna nasce negli anni ‘70 dell’800

5 mag 2022
La festa della mamma ha origini molto antiche
La festa della mamma ha origini molto antiche
La festa della mamma ha origini molto antiche
La festa della mamma ha origini molto antiche

Fra pochi giorni tornerà una delle feste più amate da grandi e piccini: la festa della mamma! Come da tradizione, essa si celebra infatti la seconda domenica di maggio. Conoscete le origini di questa festa? Scopriamole insieme! Al contrario di quello che i più pensano, le sue origini sono molto antiche. Già in età classica si festeggiavano le mamme, in occasione delle celebrazioni legate alle divinità femminili e alla fertilità. In epoca medioevale e rinascimentale invece le uniche feste legate alla maternità erano quelle dedicate alla madre per eccellenza della religione cristiana, la Madonna: la festa di Maria, madre di Dio, era in un certo senso la festa di tutte le mamme, anche se a loro non erano dedicate le stesse attenzioni che vi dedichiamo oggi. La Festa della Mamma moderna nasce invece negli anni ‘70 dell’800, quando una pacifista americana, Ann Reeves Jarvis, al termine della guerra civile americana, promosse degli incontri e dei picnic conviviali con lo scopo di favorire l’amicizia tra le madri di Nordisti e Sudisti. Dopo di lei Anna Jarvis, sua figlia, raccolse il testimone della madre e iniziò a organizzare numerosi eventi dedicati alle madri, finché il presidente americano Woodrow Wilson non ufficializzò la festa nel 1914. © RIPRODUZIONE RISER

Simboli
Per lei azalee, rose o potentille? Per ogni fiore un messaggio
Regalare fiori per la festa della mamma è l’occasione perfetta per omaggiarla con un dono colorato e che mette allegria. Ma lo sapevate che, a seconda del fiore che scegliamo, possiamo comunicarle un messaggio differente? Ad esempio la potentilla, fiore per eccellenza di questa festa, è simbolo dell’amore materno; le rose nella loro sfumatura rosa simboleggiano affetto, gratitudine e ammirazione; o ancora l’azalea, che rappresenta la femminilità e l’amore più profondo.

Anche in Italia un giorno speciale da celebrare
Doni / L’omaggio floreale si impone da subito come uno dei più desiderati
La Festa della Mamma arriva in Italia nel 1933, durante il fascismo. Il regime proclama il 24 dicembre la “Giornata della madre e del fanciullo”, e da quel momento viene istituita questa festa dai toni fortemente propagandistici. E’ solo nel dopoguerra che i fini politici cadono in favore di una festa che celebri le mamme a 360°. Sono ben due le ricorrenze che prendono piede nella seconda metà degli anni ‘50 del ‘900: una con un obiettivo pienamente religioso, organizzata dal parroco di una frazione di Assisi per celebrare la maternità nel suo valore cristiano; l’altra invece che insegue ragioni di mercato, in Liguria, promossa dai fiorai. Già all’epoca, dunque, l’omaggio floreale si impone come uno dei più desiderati da ricevere e piacevoli da donare. Entrambe venivano festeggiate a maggio, ma per due motivi ben diversi: la prima perché è il mese dedicato alla Madonna, la seconda in quanto periodo ricco di fiori. Bisognerà aspettare il 1959 perché la festa possa prendere piede ed essere celebrata in tutto il Paese, inizialmente l’8 maggio e, dopo diversi anni, seguendo il modello americano, festeggiandola la seconda domenica di maggio.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?