Giovedì 18 Luglio 2024
OTTAVIA FIRMANI
Eventi e Fiere

Le Marche Terra del Benessere. Premio speciale per tre startup: "I loro progetti all’avanguardia"

Cliwell di Corridonia, Biolab di Ascoli e Ste di Petriano: dalla biologia alla sanificazione dell’aria. A ognuna 2.500 euro per sostenere gli investimenti in ricerca, mercato e innovazione di processo .

Le Marche Terra del Benessere. Premio speciale per tre startup: "I loro progetti all’avanguardia"

Le Marche Terra del Benessere. Premio speciale per tre startup: "I loro progetti all’avanguardia"

Sono Cliwell, Biolab e Ste le tre aziende vincitrici del premio "Marche Terra del Benessere" e per questo riceveranno ciascuna 2.500 euro per sostenere gli investimenti in ricerca, ingresso sul mercato e innovazione di processo. L’assessore allo sviluppo economico della Regione Marche, Andrea Maria Antonini, ha chiamato infatti sul palco del Teatro Filarmonici di Ascoli i rappresentanti delle tre migliori imprese innovative del territorio, che si sono contraddistinte per i progetti legati alla salute e al benessere, e ha consegnato loro il premio. "I loro progetti sono stati scelti perché validi e innovativi sotto differenti profili: da quello ambientale a quello alimentare, passando per la cultura e anche il sociale, un aspetto da non sottovalutare", ha detto, introducendoli, la presentatrice Chiara Albicocco. E infatti, i loro lavori sono davvero innovativi: Cliwell, start-up con sede a Corridonia (Macerata), offre un servizio basato su uno strumento che permette di migliorare il clima aziendale attraverso l’analisi e l’individuazione dei problemi per agire su questi in maniera mirata. "Il nostro lavoro – dice Alessia Maracci, co-fondatrice di Cliwell –, pensato per le piccole e medie imprese, fornisce uno strumento per calcolare il benessere aziendale. Il nostro studio è il primo passo per mettere in luce punti di forza e punti deboli e intervenire così specificamente sui grandi e costanti problemi del mondo del lavoro". Oltre al mondo lavorativo, anche quello della sanità può contare su una novità importante, realizzata dalla Biolab di Ascoli. "Il nostro laboratorio ad Ascoli – ha spiegato Cinzia Alfonsi, la biologa molecolare e co-fondatrice chiamata sul palco a rappresentare l’impresa – ha brevettato un test di metagenomica per la caratterizzazione del microbiota intestinale, ovvero l’ecosistema di microrganismi e batteri che popolano il nostro intestino e giocano un ruolo fondamentale per il benessere della persona. Il nostro test si basa sull’analisi di un campione di feci combinato con uno studio di bioinformatica per rendere le informazioni comprensibili. Questo ci permette di fare prevenzione e terapia di malattie gastrointestinali, ma anche psicologiche, come ansia e depressione. Siamo un riferimento per 130 strutture mediche, ma rendiamo disponibile il test anche direttamente per il paziente tramite la nostra piattaforma online". E poi c’è Ste di Petriano (Pesaro e Urbino), ovvero ‘Sanitizing Technologies and Equipments’. "Abbiamo presentato – dice Mattia Paolo Aliano, amministratore e co-fondatore della start-up – una tecnologia per la sanificazione dell’aria, che è stata applicata in diversi contesti, promuovendo così il benessere personale". Le tre aziende potranno ora utilizzare il premio di 2.500 euro per investire sulla conoscenza e per migliorare i prodotti già realizzati, per compiere un ulteriore passo in avanti verso il cambiamento.