Domani riparte lo spettacolo della 1000 Miglia tra novità e un anniversario speciale

Mito / Per la 41a edizione aumentano i giorni di gara da 4 passano a 5: fino al 17 giugno sarà uno show. E si festeggiano i 100 anni dell'Aeronautica Italiana

Un momento della 1000 miglia del 2022, quando si festeggiò il 40° anniversario

Un momento della 1000 miglia del 2022, quando si festeggiò il 40° anniversario

Profumo d'estate, profumo di 1000 Miglia: da domani al 17 giugno tutti schierati per la 41esima edizione della corsa che ha appassionato intere generazioni diventando anche protagonista di film mitici come "Amarcord" di Federico Fellini. L'edizione di quest'anno porta con sé innanzitutto una grande novità: le tappe da quattro diventano infatti cinque. Un giorno in più di gara quindi, manna dal cielo per tutti gli appassionati di questa corsa storica, che tocca alcuni dei borghi più caratteristici d'Italia con un tocco vintage sempre commovente. Cinque giorni per 420 partecipanti provenienti da tutto il mondo con il percorso che andrà come al solito da Brescia a Roma e ritorno, sfiorando anche le terre recentemente martoriate dall'alluvione, in quella Romagna terra di grande passione per i motori, ma ancora alle prese con i disagi post-inondazioni. Il 2023 è anche l’anno della celebrazione dei 100 anni dell’Aeronautica Militare Italiana, che da sempre è stata molto vicina alla 1000 Miglia. In tal senso lo slogan "In volo verso il futuro" ben rappresenta anche la strada che la Freccia Rossa ha intrapreso quasi cento anni fa e che ancora oggi è attualissimo. Anche per questo motivo la corsa toccherà in ogni tappa un luogo simbolo dell’Aeronautica: dagli aeroporti di Ghedi, Cervia Pisignano e Piacenza San Damiano, alla Patrona dell’Arma a Loreto, fino al Museo di Vigna di Valle a Bracciano e il Palazzo dell'Aeronautica in Piazza Novelli a Milano.