Mercoledì 29 Maggio 2024

Consumi e trend Filiere sostenibili, zootecnia di precisione e innovazioni robotiche

A Fieravicola convegni sui principali focus di interesse dell’avicoltura con rappresentanti del Governo, esperti, ricercatori e associazioni dei produttori.

Consumi e trend  Filiere sostenibili,   zootecnia di precisione  e innovazioni robotiche

Consumi e trend Filiere sostenibili, zootecnia di precisione e innovazioni robotiche

La tre giorni di Fieravicola al Rimini Expo Centre sarà occasione per approfondire e dibattere i principali focus di interesse della filiera avicunicola nazionale. Il primo giorno, 3 maggio, dopo l’inaugurazione con il Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste on. Francesco Lollobrigida, apre la sessione convegnistica (ore 14,30) la tavola rotonda condotta da Simona Ventura, introdotta dall’intervento di saluto di Alessio Mammi Assessore all’agricoltura Emilia-Romagna. Il primo intervento della tavola rotonda sarà a cura di Fabio Del Bravo, Responsabile Direzione servizi per lo sviluppo rurale di Ismea, con la presentazione della ricerca su consumi e trend di mercato di carni bianche e uova. Si parlerà poi di prospettive e tendenze delle materie prime per la mangimistica, una delle problematiche di maggior impatto sulla filiera, con la presentazione di Aretè. A dibattere sulle sollecitazioni dei due studi il presidente di Unaitalia Antonio Forlini, il presidente di Assoavi Gian Luca Bagnara e Luigi Polizzi, Direttore Generale del Masaf. Le conclusioni saranno dell’On. Luigi D’Eramo, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste. Due le tematiche che verranno affrontate nella giornata del 4 maggio: influenza aviaria e sostenibilità delle filiere avicunicole nazionali. Verranno presentati gli aggiornamenti circa la situazione epidemiologica dell’influenza aviaria, l’adozione della vaccinazione come strumento di contrasto, l’impatto sulle produzioni e sulle esportazioni e il ruolo del MASAF nella gestione dell’emergenza. A trattare il tema della sostenibilità e dell’innovazione delle filiere avicunicole saranno presenti Martino Cassandro (Presidente WPSA Italia), Angela Trocino (Presidente ASIC) e Mattia Cecchinato (Presidente SIPA), le società scientifiche di settore che curano il convegno. Sul fronte istituzionale intervengono Patrizio La Pietra, Sottosegretario MASAF e Mirco Carloni, Presidente Commissione Agricoltura della Camera. Si parlerà di innovazione nell’avicoltura con applicazioni robotiche e big data per la zootecnica di precisione con il Prof. Tomas Norton, Division of Animal and Human and Health Engineering Group, Belgio, e di impatto ambientale delle produzioni avicunicole con il Prof. Salvador Cavet dell’Universitat Politecnica de Valencia, Spagna. Sarà un momento di approfondimento su un percorso che l’avicoltura del terzo millennio sta intraprendendo, come ci spiega il professor Martino Cassandro presidente WPSA Italia. "L’avicoltura avrà sempre più bisogno di impiegare un monitoraggio continuo degli animali e dell’ambiente, sfruttando i cosiddetti big data, resi disponibili dall’automazione e robotizzazione degli allevamenti che utilizzeranno sempre più l’intelligenza artificiale. Tutto ciò richiede sforzi, competenze e risorse che il singolo allevatore non potrà sostenere, ma che la comunità e le istituzioni a fianco potranno garantire e supportare in un approccio condiviso di avicoltura sostenibile ed accettabile, come quella italiana di oggi, ovvero una avicoltura che dopo aver garantito l’autosufficienza nei consumi nazionali e mantenendo una quota di export punta l’obiettivo di tutelare il mondo in cui viviamo". Venerdì 5 maggio l’attenzione sarà rivolta ai progetti europei per il benessere animale riguardanti prevalentemente l’allevamento del coniglio.