Domenica 16 Giugno 2024

Calabria protagonista "A Rimini vi presentiamo il nostro piccolo miracolo"

Parla l’asssessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo: "Cresciamo senza rinunciare alle radici, ma salvaguardandole".

Calabria protagonista  "A Rimini vi presentiamo  il nostro piccolo miracolo"

Calabria protagonista "A Rimini vi presentiamo il nostro piccolo miracolo"

Regione protagonista di Macfrut sarà la Calabria, in fiera con le tante eccellenze ortofrutticole del suo territorio. Ne parliamo con Gianluca Gallo, Assessore Agricoltura Regione Calabria. La Regione Calabria partner ufficiale della Macfrut 2023. Perché investire in questa direzione?

"Perché si scommette sempre sul futuro. A Rimini la Calabria si presenta forte di numeri che sono la testimonianza di un piccolo miracolo e d’una profonda convinzione: sostenere e favorire l’agricoltura vuol dire crescere, senza rinunciare alle proprie radici, ma al contrario salvaguardandole".

Partiamo dai numeri, allora.

"Eccoli: il fatturato è passato dagli 861 milioni del 2021 ai 946 del 2022, pari a circa un terzo di quello fatto segnare, nel complesso, dal comparto agricolo. Cifre significative, per una terra che con oltre il 30% delle superfici bio è naturalmente vocata alla produzione ortofrutticola: la Calabria è prima in Italia nella produzione di clementine (tra le quali il clementino Igp) e di recente si è affermata anche nella coltivazione dei kiwi, in particolare di quello a polpa gialla. Tipologie produttive strettamente connesse agli areali di pianura e costieri, con circa 35.000 ettari dedicati agli agrumi, altre decine di migliaia riservati a pesche e nettarine, 3.000 ai kiwi, e di questi poco più di 800 ai kiwi gialli".

E non è tutto, pare di capire... "No, perché in effetti vi sono anche altre coltivazioni orticole di grande importanza, come il finocchio Igp di Isola Capo Rizzuto, la patata della Sila Igp e la principessa dell’ortofrutta, la Cipolla rossa di Tropea Igp, senza dimenticare il settore della trasformazione, dove spiccano succhi d’arancia di rara squisitezza e produzioni di nicchia come le bucce candite: il 95% di quelle che impreziosiscono i panettoni di matrice italiana provengono proprio dai territori calabresi".

Senza dubbio un patrimonio di primaria importanza, che ora si affaccia con orgoglio alla Macfrut 2023. Con quali prospettive?

"D’intesa col presidente della giunta regionale Roberto Occhiuto, abbiamo scelto di puntare su modelli di crescita improntati a sostenibilità e lungimiranza. In quest’ottica, la partnership con Macfrut, punta non solo e non tanto ad assicurare ai nostri produttori ed ai Consorzi di Tutela calabresi la presenza ad una pur prestigiosa vetrina, quanto piuttosto a definire nuove strategie di crescita".

Quale l’orizzonte al quale puntare, magari proprio attraverso Macfrut?

"Fare della nostra terra, attraverso il porto di Gioia Tauro, un ponte tra l’Italia e gran parte dell’Europa ed i mercati mediorientali. Una sfida allettante che la Calabria dell’ortofrutta, numeri e qualità alla mano, è pronta ad accettare".