Winelivery
Winelivery

ADESSO è ora di bere. Non poteva immaginare il poeta latino Orazio che nel 2019 gli uomini avrebbero potuto ordinare un buon vino restando comodamente a casa e che la bottiglia prediletta sarebbe arrivata in meno di 30 minuti dopo lo sforzo di qualche clic sul proprio smartphone. Eppure da oggi il sogno diventa realtà grazie a Winelivery, start up nata nel 2016 che ha lanciato sul mercato l’unica app per bere. Il servizio di consegna a domicilio ha già conquistato Milano, Torino, Bologna, Firenze, Bergamo e si appresta a fare rotta in altre città grazie anche alle numerose richieste di franchising. Winelivery coniuga la comodità del servizio con l’eccellente qualità delle etichette che assecondano ogni palato, rispondendo alle esigenze di un mondo sempre più a portata di smartphone e che per questa ragione diventa veloce valorizzando persino i tempi della cucina e non meno della tradizione vinicola fatta di produttori italiani e internazionali. «La formula magica - spiegano gli ideatori - è un mix tra l’ottimale stoccaggio dei prodotti, una conservazione adeguata e una logistica efficiente da garantire la consegna in qualsiasi punto della città in meno di 30 minuti».