GROSSETO, I WINE LOVERS sono avvertiti: il 27 e 28 maggio va in scena Maremmachevini!, l’evento organizzato dal Consorzio Tutela Vini della DOC Maremma Toscana. Una ‘due giorni’ di degustazioni dei migliori vini e prodotti gastronomici del territorio all’interno delle storiche Casette Cinquecentesche del Cassero Senese di Grosseto, arricchita da opere d’arte realizzate per l’occasione da artisti emergenti grazie a una partnership con Fondazione Grosseto Cultura. Gli artisti saranno abbinati alle aziende vitivinicole e presenteranno il loro progetto – dipinti, sculture, fotografie, istallazioni – creato per l’occasione e in tema con il mondo del vino, eccellenza del made in Italy. Porte aperte, dunque, per le giornate di domenica e lunedì (dalle 16 alle 20), in cui il pubblico potrà assaggiare (al costo di 8 euro) le migliori etichette e annate prodotte in questo territorio tra terra e mare che è la Maremma Toscana. Dai vitigni autoctoni tra i quali Sangiovese, Ciliegiolo, Alicante e Vermentino fino a quelli internazionali, in primis Cabernet Sauvignon, Merlot, Syrah e Cabernet franc. Un tuffo nel mondo del vino, delle prelibatezze gastronomiche e anche dell’arte in una terra meravigliosa dove si coltiva la vite dal tempo degli Etruschi.

ORGANIZZARE iniziative di questo tipo è uno dei compiti del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana, nato nel 2014 proprio dopo il riconoscimento della denominazione DOC, con l’obiettivo di promuovere la qualità dei suoi vini e garantire il rispetto delle norme di produzione previste dal disciplinare. Oggi il Consorzio conta 304 aziende associate, di cui 220 viticoltori (per la maggior parte conferenti uve a cantine cooperative), un imbottigliatore e 83 aziende ‘verticali’ - che vinificano le proprie uve e imbottigliano i propri vini - per un totale di 5,7 milioni di bottiglie prodotte all’anno.