Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Moda Salute Itinerari

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Brindisi lungo la via Emilia

Nove tappe, da Rimini a Piacenza, per scoprire la cultura del vino. E intanto decolla l'export enologico: +11% per le etichette della regione

di LETIZIA GAMBERINI
Ultimo aggiornamento il 18 luglio 2018 alle 11:58
Calice

BOLOGNA, UN BRINDISI all’Emilia-Romagna. A quella via Emilia che, da Piacenza a Rimini offre tesori storico–artistici ed eccellenze da gustare. E da bere. Tanto che – riporta Unioncamere (su dati Istat) – continua a crescere l’export dei vini regionali. È quindi per far conoscere la varietà di etichette e di prodotti tipici dall’Appennino alla Riviera, che dal 25 luglio torna la carovana di Tramonto DiVino, alla 12/a edizione, presentata proprio nel grande parco agroalimentare Fico Eataly World. Un viaggio in nove tappe in cui i sommelier Ais racconteranno storia e colori di un vasto territorio a cittadini, ma anche ai turisti. Anche perché all’estero il vino regionale cresce. Negli ultimi tre anni si è registrato un aumento dell’8,3% e nel 2017, dell’11,3%: circa il doppio rispetto alla media nazionale (6,4%). Un trend confermato nell’ultimo trimestre: la regione ha registrato un +5% (su una media di 4,5%). L’export nel 2017 ha superato i 321 milioni, su 5,9 miliardi nazionali: la regione vale, dunque, il 5,4% del totale. Il 40% delle esportazioni riguarda gli spumanti – tipologia in crescita «incredibile», ricorda l’Enoteca Regionale (129 milioni di euro) – e il 60% il vino da tavola e di qualità (192 milioni). Capofila è Ravenna, seguita da Reggio e Bologna, e per quanto riguarda i principali mercati, svetta la Germania (28,5%), seguita da Usa e Regno Unito. Le maggiori opportunità, però, le offrono Germania, Cina e Regno Unito. Aumentano infine le imprese che esportano vino: nell’ultimo triennio sono state 1.325: più della metà, però, esporta occasionalmente, così la «sfida – spiega il segretario regionale di Unioncamere, Claudio Pasini – è supportare le aziende perché esportino abitualmente». Dati positivi anche per la Regione, anche se «c’è un po’ di preoccupazione per la Brexit», aggiunge l’assessore Simona Caselli. E dunque si parte il 25 luglio da Imola, col meglio delle produzioni Dop e Igp, dalla piadina all’aceto balsamico, protagoniste delle varie serate. Si prosegue a Cesenatico, dove il 3 agosto si terrà l’anteprima nazionale della Notte bianca del cibo italiano, mentre il 4 a Forlimpopoli si festeggia il 198esimo compleanno di Pellegrino Artusi in collaborazione con Casa Artusi.

POI SI VA a Rimini (25 agosto), Ferrara (29 agosto, in ‘dialogo’ con il Franciacorta), Zola Predosa (sui colli bolognesi, il 13 settembre), Fontanellato (15 settembre), Scortichino (nel ferrarese la tappa di vino e solidarietà) e Piacenza (28 settembre). I vini in degustazione (ticket a 18 euro, compresa la guida Emilia Romagna da bere e da mangiare e calice) saranno divisi per cantina produttrice: a ogni tappa romagnola saranno comunque proposti vini emiliani e viceversa. Sul fronte del food, fra un Pignoletto e un Sangiovese, i ragazzi dell’Alberghiero di Forlimpopoli distribuiranno prodotti dei consorzi, mentre in alcune tappe sono previsti show cooking con la scuola di cucina ICook. Info: www.emiliaromagnavini.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.