Domenica 21 Luglio 2024

L’ateneo è multicampus. Un’offerta formativa completa e di eccellenza

Da Bologna ai poli della Romagna: sono 262 i corsi di studio per gli studenti. Spiccano la Magistrali innovative e le numerose opportunità internazionali.

L’ateneo è multicampus. Un’offerta formativa completa e di eccellenza

L’ateneo è multicampus. Un’offerta formativa completa e di eccellenza

Con i suoi 262 corsi di studio e cinque Campus (Bologna, Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini), l’Alma Mater offre un panorama formativo vasto e diversificato. I corsi spaziano dalle discipline tradizionali, come Giurisprudenza, Medicina, Scienze politiche e Lettere, a quelle più innovative, come il corso di laurea magistrale interamente in inglese in ‘Intelligenza Artificiale’.

"È stato attivato ancora prima di ChatGpt – spiega il prorettore alla Didattica, Roberto Vecchi – per fornire una prospettiva completa sull’IA. Un percorso che coniuga ingegneria, robotica, informatica con neuroscienze cognitive e temi etico-sociali".

Tra i corsi altamente innovativi offerti dall’Alma Mater c’è anche ‘Science of Climate’, unico nel suo genere in Italia, ideato per formare esperti del cambiamento climatico; o ancora ‘Neuroscienze’, a Cesena, che permette di acquisire competenze in campo neuropsicologico spendibili nel settore sanitario, giuridico e della ricerca. A Ravenna, si segnalano fra gli altri la laura magistrale Science for the Conservation/Restoration of Cultural Heritage, a Rimini la laura magistrale Tourism Economics and Management. Tra le novità per il prossimo anno accademico ci sono la laurea magistrale in inglese in ‘Global cultures’ a Bologna e quella in ‘Ingegneria nautica’, a Forlì, strutturata in stretta connessione con aziende e istituzioni del territorio per formare ingegneri specializzati nella progettazione e produzione di imbarcazioni da diporto. Dalla tradizione all’innovazione, la varietà dei corsi dell’Università di Bologna consente agli studenti di scegliere seguendo le proprie passioni e inclinazioni, senza perdere di vista le opportunità offerte dal mercato del lavoro.

L’Alma Mater offre 104 corsi internazionali, di cui 86 interamente in inglese o con almeno un curriculum erogato in inglese; 43 Corsi erogati in italiano e/o in inglese che rilasciano titoli doppi o multipli e corsi che rilasciano titolo congiunto con Atenei stranieri.

"L’elevato numero dei corsi internazionali (più di 1 su 3) – spiega Vecchi – è un vanto del nostro Ateneo. Il loro successo comprova la qualità della nostra didattica: soltanto corsi ben disegnati e programmati, costituti su temi innovativi, alimentano sia l’attrattività internazionale, sia i rapporti con il territorio e il contesto produttivo".

L’Alma Mater è il primo Ateneo europeo per numero di studenti in partenza per un’esperienza di studio o tirocinio all’estero e il primo Ateneo italiano per percentuale di studenti internazionali. Si conferma al primo posto in Italia per reputazione accademica, internazionalizzazione e sostenibilità ambientale, su cui resta in pole position per il settimo anno consecutivo con la 12esima posizione su 1183 università (GreenMetric 2023). Per il 14esimo anno consecutivo, la classifica Censis conferma l’Alma Mater al primo posto tra i mega atenei, quelli cioè con più di 40.000 iscritti. Il QS World University Rankings pone, invece, l’Ateneo al primo posto in Italia per reputazione accademica.