Emilio Mussini, vicepresidente di Confindustria Ceramica e responsabile dell’ambito Fiere «Le conferme delle presenze da tutt’Europa – dice – stanno aumentando ogni giorno di più Questa è la prima grande fiera in presenza del settore e stiamo dimostrando che il Cersaie è una fiera sicura É per noi motivo d’orgoglio aver costruito questo risultato con tutta la città e giorno per giorno stiamo raccogliendo sempre maggiori adesioni»
Emilio Mussini, vicepresidente di Confindustria Ceramica e responsabile dell’ambito Fiere «Le conferme delle presenze da tutt’Europa – dice – stanno aumentando ogni giorno di più Questa è la prima grande fiera in presenza del settore e stiamo dimostrando che il Cersaie è una fiera sicura É per noi motivo d’orgoglio aver costruito questo risultato con tutta la città e giorno per giorno stiamo raccogliendo sempre maggiori adesioni»
di Pierluigi Masini Emilio Mussini, vicepresidente di Confindustria Ceramica e presidente della Commissione Fiere: qual è la situazione alla vigilia del Cersaie? "Certamente il fatto che oggi si possa riaprire in uan situazione di sicurezza, che consente alle persone di potersi incontrare di persona, è un bellissimo segnale. Siamo contenti di riaprire il Cersaie esattamente e meglio delle edizioni precedenti". Che novità troveranno i visitatori? "Il quartiere fieristico si presenta in forma splendida: abbiamo inaugurato un nuovo padiglione, il 37, molto grande, e questo è un upgrade che renderà ancora più fruibile e...

di Pierluigi Masini

Emilio Mussini, vicepresidente di Confindustria Ceramica e presidente della Commissione Fiere: qual è la situazione alla vigilia del Cersaie?

"Certamente il fatto che oggi si possa riaprire in uan situazione di sicurezza, che consente alle persone di potersi incontrare di persona, è un bellissimo segnale. Siamo contenti di riaprire il Cersaie esattamente e meglio delle edizioni precedenti".

Che novità troveranno i visitatori?

"Il quartiere fieristico si presenta in forma splendida: abbiamo inaugurato un nuovo padiglione, il 37, molto grande, e questo è un upgrade che renderà ancora più fruibile e godibile il Cersaie. Poi è evidente che per questa edizione, dopo un anno di stop forzato, mostrerà tantissime novità perché il mondo della ceramica non si è fermato, la ricerca e l’innovazione continuano sempre. E quindi ci saranno molti spunti dal punto di vista del perfezionamento tecnologico dei materiali e anche della completezza sul lato estetico, per la proprietà di poter interpretare sensazioni di superfici diverse, con cromie che impressionano per la grande veridicità. Sono emozioni che, sono certo, i visitatori sapranno apprezzare".

Cosa ha insegnato la pandemia al mondo della ceramica?

"Diciamo che la ceramica, come materiale, ha già di suo la proprietà di garantire salubrità all’ambiente in cui viene utilizzata, per la sua capacità di essere facilmente pulita ma anche per essere una superficie che di per sé non presta il fianco alla diffusione di agenti inquinanti. Detto ciò, quanto successo in questo periodo, è che la ceramica ha aggiunto anche, in alcuni casi, proprietà antibatteriche insite nella formulazione del materiale".

Parliamo del settore Contract...

"La ceramica è sempre più un tema di design e di arredo. Le proprietà tecnologiche della ceramica consentono di fare superfici di alto spessore, fino a tre centimetri, che garantiscono una forte resistenza al peso, e anche superfici sottilissime, fino a tre millimetri, da utilizzare come rivestimento nell’arredo, per le cucine e le pareti verticali. E qui è preziosa la collaborazione con aziende dell’arredo, con un focus su outdoor e mondo delle Spa. Perché è un materiale inalterabile, che può stare all’aperto come negli ambienti umidi e quindi adatto a essere impiegato con ottimi risultati in molte di queste situazioni. Abbiamo deciso di aprire al mondo contract che sempre più si rivolge alla ceramica per la sua grande versatilità".

Insieme alle aziende anche dieci importanti studi di architettura...

"Sì, in questo spazio Archincontract, che ha il suo cuore nella Contract Hall, abbiamo previsto la presenza di dieci grandi studi professionali di architettura. Ormai sappiamo che nel progetto di un grande building, dove ci sono sempre più parti comuni, come palestre e piscine, l’uso della ceramica tecnica è quasi obbligato. È una ceramica tecnica ma anche molto bella".

Per quanto riguarda i visitatori?

"È la prima grande fiera in presenza del settore e stiamo dimostrando che il Cersaie è una fiera sicura. É per noi motivo d’orgoglio aver costruito questo risultato con tutta la città e giorno per giorno stiamo raccogliendo sempre maggiori adesioni".