Quotidiano Nazionale logo

In arrivo gli ecoincentivi auto per acquisto e rottamazione

Eccezione / La misura è riservata alle persone fisiche (non partite Iva)

Gli aiuti statali (650 milioni di €) riguarderanno auto elettriche, ibride ed Euro 6
Gli aiuti statali (650 milioni di €) riguarderanno auto elettriche, ibride ed Euro 6

Nuovi incentivi auto sono in arrivo, con alcune interessanti novità. Il Governo, infatti, ha già stanziato 650 milioni di euro prorogando le misure fino al 2023 e al 2024. Gli aiuti statali riguarderanno auto elettriche, ibride ed Euro 6 e saranno riservati alle persone fisiche (ovvero, le auto non potranno essere intestate a partite Iva). C’è una sola eccezione a questa regola: la vettura – ma soltanto se appartiene alle fasce 0-20 e 21-60 g/km – potrà essere intestata ad un’azienda a condizione che venga impiegata in attività commerciale dedicate al car sharing. Con un ulteriore vincolo: il mantenimento in flotta per almeno ventiquattro mesi. Nel dettaglio, il decreto prevede 4 mila euro per l’acquisto di un’auto della fascia 0-20 g/km, a cui si aggiungeranno 2 mila euro in caso di rottamazione. Per incentivare l’acquisto di macchine della fascia 21-60 g/km, invece, saranno disponibili 2mila euro più altri 2mila con la demolizione. Per le automobili con motore termico, invece, il contributo arriverà solo con la rottamazione di una vecchia auto fino a Euro 5. E sarà pari ad appena 2mila euro. La rottamazione è obbligatoria qualora si intenda acquistare una macchina con motore termico (61- 135 g/km) ma è invece facoltativa nelle altre due situazioni. Fonte: www.quattroruote.it

Novità
Under 35, fino a mille euro per sostenere i costi della patente
Il governo Draghi ha introdotto anche un contributo del 50% (fino a 1.000 euro) sulle spese sostenute per prendere la patente. La misura è rivolta ai giovani fino a 35 anni e ai percettori del reddito di cittadinanza o della disoccupazione. L’incentivo è riconosciuto fino al 30 giugno 2022. Per ottenerlo il richiedente dovrà dimostrare di voler lavorare nel settore del trasporto auto, ovvero presentare un contratto di lavoro da conducente della durata di almeno 6 mesi.

Due ruote: che cosa cambia nel nuovo decreto del MISE
Ecobonus / Contributo destinato a chi compra mezzi ibridi ed elettrici
Torna uno degli incentivi più utilizzati in passato ma in un aveste tutta nuova. Il bonus bicicletta 2022, infatti, consiste in un credito d’imposta (non vengono quindi accreditati soldi ma detrazioni fiscali) fino a 750 €, destinato alle persone fisiche che hanno acquistato un monopattino, una bicicletta, una e-bike o un abbonamento al trasporto pubblico nel 2020. A patto che l’acquisto sia avvenuto con contestuale rottamazione di un veicolo più inquinante. Le domande si possono inoltrare fino al 13 maggio tramite il sito www. agenziaentrate.gov.it, accedendo con le proprie credenziali Spid. Sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it si può invece richiedere il bonus scooter elettrici: dovranno essere i concessionari, ovvero chi effettua la vendita di moto e scooter, a prenotare gli incentivi per conto degli acquirenti. L’importo dell’ecobonus si calcola sul prezzo di acquisto del veicolo e può arrivare fino a un massimo di 4.000 €. Previste un’agevolazione e un tetto massimo diversi, se si procede all’acquisto di un nuovo scooter con o senza rottamazione di un vecchio mezzo. In particolare: del 30% sul prezzo di acquisto fino a 3.000 € senza rottamazione o del 40% fino a 4.000 € per gli acquisti mediante rottamazione. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?