Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
5 giu 2022

Sostenibilità La bandierina da sventolare con orgoglio

5 giu 2022

Sostenibilità è il termine oggi più usato e abusato e chissà se tutti intendono esattamente che cosa celi questo fonema. A livello imprenditoriale, oggi, uno dei traguardi più ambiti è quello di essere certificata ’B-Corp’, il termine che identifica il movimento globale, il cui scopo è predisporre la misurazione delle performance ambientali e sociali delle aziende, allo stesso modo in cui si misurano i loro risultati economici. Ma nel concreto cosa deve fare un’impresa per entrare nell’olimpo della sostenibilità? Mondadori Electa ha mandato di recente in libreria il manuale ’Sostenibilità per scettici’, i cui autori (Sara Fornasiero, Silvio de Girolamo, Laura Oliva) sono esperti di sostenibilità fin da quando il concetto si è affacciato con contorni tutt’altro che definiti nel nostro quotidiano. Per passare dalle parole ai fatti, è il claim che indica con precisione lo scopo della pubblicazione indirizzata a industriali, ma anche a investitori, consulenti, responsabili d’area, professionisti e consumatori consapevoli affinché organizzazione, ricerca e sviluppo vengano incanalati nel solco della consapevolezza verso ambiente e società.

Ogni funzione aziendale viene affrontata: dall’approvvigionamento alla gestione delle risorse umane, dalla produzione alla scelta dei sistemi informatici, dal marketing alla comunicazione, fino alla vendita. Con consigli mirati per ogni settore, i destinatari possono attingere a piene mani scoprendo quali azioni adottare per innestare un cambiamento positivo nel business di riferimento, traendone anche vantaggi in termini di competitività e inaspettate occasioni di sviluppo.

Indicatori, analisi ed esempi tratti dalla lunga esperienza degli autori in società di consulenza e in azienda rendono i concetti espressi immediatamente fruibili e applicabili nella quotidianità e nelle programmazioni, mettendo anche in guardia da ciò che sembra sostenibile ma in realtà non lo è. Perché la moda e la volontà di seguire l’onda ’green’ può anche far incappare in clamorosi scivoloni.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?