Quotidiano Nazionale logo

Lotta all’inquinamento indoor, il contributo della ventilazione meccanica controllata

Salute / I sistemi di ricambio forzato dell’aria riducono molto i fenomeni di condensa e la formazione di muffe, garantendo un’aria più pura e sana

 I sensori di queste macchine monitorano costantemente la qualità dell’aria
I sensori di queste macchine monitorano costantemente la qualità dell’aria

Se c’è un ambiente la cui pulizia ci deve stare maggiormente a cuore, è quello di casa nostra. Poiché ci trascorriamo buona parte della nostra giornata, il suo generale stato di salubrità va naturalmente a condizionare il benessere nostro e delle nostre famiglie. Attenzione particolare andrebbe sempre prestata, per esempio, alle condizioni dell’aria nei nostri ambienti domestici: una eccessiva presenza di umidità può portare alla formazione di muffe contaminanti che, una volta respirate, espongono all’insorgenza di malattie. Una soluzione eccellente a questo problema è l’installazione di sistemi di ventilazione meccanica controllata. Si tratta di macchinari che, installati all’esterno di un edificio, forzano il ricambio dell’aria interna con aria esterna già ripulita grazie al passaggio attraverso uno o più filtri. La maggiore qualità dell’aria non è il solo vantaggio che si ottiene dalla ventilazione meccanica controllata, la cui funzione originaria è in realtà un’altra: il miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni. Questi dispositivi, infatti, fanno passare l’aria attraverso uno scambiatore di calore, aumento l’efficienza termica degli ambienti specialmente in inverno, quando le abitazioni hanno tipicamente temperatura superiore a quella dell’aria esterna. Grazie a questo tratto, l’installazione di impianti di questo tipo permette anche di accedere ai benefici previsti nel contesto del Superbonus al 110%: in un colpo solo, è possibile così avere a costo agevolato notevoli miglioramenti non solo della generale salubrità della propria casa, ma anche consumi ottimizzati e bollette più basse.

Robot aspirapolvere: non solo contro lo sporco
Hi-tech / Questi piccoli elettrodomestici funzionano anche come efficaci sanificatori
Quello che una volta sembrava un elettrodomestico da film di fantascienza è ora una presenza ordinaria in sempre più case italiane: il robot aspirapolvere. Questi piccoli dispositivi si sono conquistati un posto d’onore nel vasto panorama dell’elettronica domestica per la loro indubbia utilità ed efficienza: senza che richiedano particolare guida o assistenza sono capaci di svolgere autonomamente cicli di pulizia delle superfici orizzontali che normalmente avrebbero richiesto ore di lavoro possibilmente anche di più persone. Il livello tecnologico di questi veri e propri automi intelligenti è anche aumentato esponenzialmente nel corso degli anni, e non accenna a voler rallentare la corsa: sempre più complessi ed evoluti, questi elettrodomestici sono in grado di imparare da soli come muoversi anche nel più articolato degli ambienti e di ottimizzare al massimo non solo i tempi di lavoro, ma anche il consumo di energia elettrica richiesto. I sensori di movimento di cui sono dotati sono sempre più avanzati e consentono loro di orientarsi senza sforzo; inoltre, la loro perfetta integrazione con appositi software per smartphone rende estremamente facile interagire con loro e gestirne il carico di lavoro. I robot aspirapolvere non rendono solo le nostre case più pulite, ma anche più sane: possono infatti essere dotati di complessi sistemi di filtraggio che eliminano con grande efficienza non solo la polvere, ma anche un vasto campionario di agenti inquinanti. I modelli più avanzati e moderni hanno anche in dotazione potenti motori che riescono a rimuovere particelle contaminanti persino dall’aria grazie a filtri in grado di catturare particelle piccole fino a 0,3 micron; oltre a questi, sono facilmente reperibili sul mercato modelli capaci di una potente azione disinfettante grazie alla possibilità di disporre di appositi panni sanificanti, facilmente lavabili e sostituibili.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?