Quotidiano Nazionale logo

L’inarrestabile ascesa dei Green Jobs, anche in Italia

Competenze / Numerose le abilità da acquisire per lavorare in questo ambito, ma a prescindere dal percorso specifico sono fondamentali quelle digitali

L’inarrestabile ascesa dei Green Jobs
L’inarrestabile ascesa dei Green Jobs

Da molti anni a questa parte nel mercato del lavoro si è parlato sempre più di “green job”: si tratta di qualsiasi occupazione influenzata da attività come la conservazione dell’energia, lo sviluppo di energie alternative, la riduzione dell’inquinamento o il riciclaggio. Un impiego, o una libera professione, che contribuisce realmente a un mondo più sostenibile. Oggi circa la metà delle offerte di lavoro su Linkedin negli Stati Uniti è basata su carriere di questo tipo. Anche in Italia la corsa ai “green job” è una realtà: a fine 2020, i posti di lavoro verdi nel Belpaese erano più di 3,1 milioni e i nuovi assunti in mansioni legate alla sostenibilità sono stati una fetta importante: più di un terzo dei contratti attivati in quell’anno. E l’importanza dei green jobs non può far altro che crescere, se è vero che l’obiettivo è tagliare del 55% le emissioni di gas serra entro la fine del decennio per centrare l’obiettivo net-zero nel 2050. Il Piano nazionale integrato energia clima (PNIEC) richiede inoltre almeno 60GW di nuova capacità rinnovabile installata in 8 anni, contro i 32GW eolici e fotovoltaici in funzione oggi, e i paesi europei puntano ad applicare in ogni ambito criteri di sostenibilità. Non è facile però stare al passo con queste professioni in continua evoluzione: il settore ha, infatti, un alto tasso di innovazione. Sicuramente, qualsiasi tipologia di lavoratore green non può fare a meno di una conoscenza digitale approfondita: intelligenza artificiale e blockchain, nuove frontiere dell’automazione e realtà aumentata, Internet of Things (IoT) e molto altro. Basti pensare, a titolo esemplificativo di come queste tecnologie siano fondamentali, all’utilizzo dei droni, i quali, equipaggiati con opportune attrezzature, realizzano termografie aeree per raccogliere dati analizzati da algoritmi di intelligenza artificiale, con lo scopo di ottenere indicazioni precise sulla natura del problema e l’esatta localizzazione del pannello difettoso in un impianto fotovoltaico.

Opportunità
Identikit dei professionisti green
Spesso si crede erroneamente che i green job siano unicamente appannaggio degli ingegneri. In realtà, accanto alle abilità in campo scientifico, ve ne sono altre ricercate: dall’architettura alle conoscenze in ambito agricolo, dall’ambito economico con prospettiva sistemica alle skill nel campo della giustizia ambientale.

Maturare conoscenze per i lavori verdi
Formazione / Spesso sono le stesse aziende a promuovere dei percorsi ad hoc
I percorsi formativi orientati ai green jobs permettono di sviluppare non solo competenze, ma anche un nuovo modo di pensare e di approcciare al problema, combattere stereotipi ed acquisire maggiore sensibilità su queste tematiche, per vivere la transizione energetica da protagonisti. C’è sempre più bisogno di professionisti che operino in ambito green; e spesso sono le stesse aziende impegnate nella transizione energetica a promuovere dei percorsi ad hoc. In Italia, ad esempio, Enel ha da poco lanciato il Programma “Energie per Crescere”, in collaborazione con il centro di formazione Elis, per inserire nel mondo del lavoro circa 5.500 giovani entro i prossimi 2 anni come tecnici della rete. Sempre insieme a Elis, Enel gestisce il progetto School4Life in cui coinvolge 800 studenti con due obiettivi intrecciati: orientarli con un percorso educativo verso i lavori verdi e le materie STEM, e contrastare l’abbandono scolastico puntando sul coinvolgimento dei ragazzi all’insegna della sperimentazione e del “learning by doing”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?