Francesco Schettino, comandante della Costa Concordia al momento del naufragio (Ansa)
Francesco Schettino, comandante della Costa Concordia al momento del naufragio (Ansa)

Roma, 6 agosto 2014 - "Trovo che l'intervento di Schettino nel corso di un seminario organizzato da un docente dell'Università 'La Sapienza' di Roma sia un fatto sconcertante". Il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, stigmatizza così la partecipazione del comandante della Costa Concordia a un seminario dell'università della capitale sulla gestione del panico".

"L'autonomia universitaria non può essere declinata in spregio alle famiglie delle vittime della tragedia della Concordia che rappresenta ancora una ferita aperta per questo Paese", continua Giannini secondo cui serve uno stop alle spettacolarizzazioni. "Non si può certo pensare - dice ancora il ministro - di rendere più attrattivi Master e seminari sfruttando l'onda mediatica perché si tratta di un atteggiamento che non fa onore alla nostra Accademia. Le nostre Università devono continuare a essere luoghi in cui si trasmettono il sapere, la dottrina e il metodo e non dove si produce spettacolarizzazione".

DOCENTE DEFERITO - Intanto il rettore della Sapienza, Luigi Frati, fa sapere che l'ateneo "prende le distanze dal grave episodio e lo condanna fermamente". Inoltre ha comunicato che il prof. Vincenzo Mastronardi, titolare della cattedra di Psicopatologia forense della stessa università e direttore del seminario, è stato deferito al Comitato Etico "perché ne valuti i profili, anche ai fini disciplinari".