Bianchi, neri, rossi o verdi? I fagioli non son tutti uguali
Bianchi, neri, rossi o verdi? I fagioli non son tutti uguali

Made in Italy o di origine esotica, i fagioli si declinano in molte varietà che offrono risultati gastronomici diversi e hanno proprietà nutrizionali differenti. I borlotti sono i protagonisti della nostra tavola soprattutto con la tradizionale pasta e fagioli. I cannellini, dal gusto e dalla consistenza delicati e i fagioli dall’occhio (piccoli con una macchiolina nera) si utilizzano come contorno. I fagioli bianchi di Spagna, grandi e carnosi, si gustano in insalata. Originari dell’America del Sud e Centrale, i fagioli neri dal sapore deciso (una delle varietà più ricche di fibre, sali minerali e vitamine), i rossi e i Lima, sono ottimi accompagnamenti al riso. I fagioli azuki - o soia rossa - tipici della cucina nipponica, risultano molto digeribili, con basso tasso zuccherino e dal gusto di castagna. Nella gastronomia cinese e giapponese sono diffusi gli edamame, fagioli di soia privi di colesterolo.