Anche se le mele si trovano in commercio ormai tutto l’anno, è ottobre il “loro” mese. Nel mondo ne esistono circa 7.000 varietà, in Italia si coltivano in Südtirol, in Valtellina, Valle d’Aosta, Piemonte e Veneto, e anche al sud c’è una mela IGP, la Annurca. Tra le più diffuse in Italia troviamo Golden Delicious, Renetta, Red Stark Delicious, e poi Pinova, Gala, Pink Lady, Kanzi, Fuji, Granny Smith, Annurca. Fonte di vitamine (A,E,C), di polifenoli e di flavonoidi, la mela è ricca di sostanze antiossidanti e antitumorali. Alleata delle diete dimagranti per il contenuto apporto calorico (circa 45 calorie l’etto), giova a chi ha il colesterolo alto (in particolare l’ Annurca), e può essere consumata da chi soffre di diabete (soprattutto la Red Delicious). Già dal colore si può conoscere le proprietà di una mela: se è rossa è perfetta per una dieta poiché la pectina che contiene soprattutto nella buccia aiuta nella riduzione dell’appetito. La pectina si trova anche nella Fuji, e per questo è consigliata a chi soffre di colite, perché questa fibra solubile non irrita le mucose intestinali. La mela verde grazie alla vitamina C e agli antiossidanti contrasta l’invecchiamento cellulare e rafforza le difese, quella gialla contiene carotenoidi che aiutano la vista e giovano alla pelle. La Renetta ha fama di essere antitumorale, e la varietà Renetta Canada aiuta a ridurre il colesterolo. La mela Stark protegge cuore e vene grazie alle procianidine, antiossidanti che contrastano le malattie cardiovascolari e l’invecchiamento. Infine, l’Annurca è un’alleata della bellezza per il suo effetto idratante e tonificante sull’epidermide.

La mela è versatile, se mangiata cruda e con la buccia ci assicura tutte le sue proprietà, ma è ottima anche al forno, ed è ideale per torte, crostate e strudel. Nella versione salata, a tocchetti e saltata nel burro, è il contorno ideale per un filetto di maiale. Cruda, le varianti più asprigne sono ottime per un’infinità di insalate ipocaloriche, vegetariane (lattuga, mela, gherigli di noce, uovo sodo) e non (con l’aggiunta di gamberetti lessati o di tocchetti di petto di pollo saltati in padella).

G. C.