Via libera negli Stati Uniti al primo farmaco specifico per il trattamento della depressione postpartum. Si tratta del ‘brexanolone’ un medicinale che si assume per via endovenosa e che sarà disponibile solo attraverso un programma ristretto che ne prevede la somministrazione solo da parte di un operatore sanitario, all’interno di una struttura certificata, specifica la  Food and Drug Administration in una nota. La gestione non sarà semplice: verrà somministrato appunto come infusione endovenosa continua per un totale di 60 ore (due giorni e mezzo). A causa di rischi dovuti all’improvvisa possibile perdita di coscienza, le pazienti dovranno essere monitorate continuamente, anche e soprattutto durante il tempo che trascorrono con il loro bambino. La depressione post partum è un episodio depressivo maggiore che si verifica dopo il parto, sebbene i sintomi possano iniziare anche durante la gravidanza.