Lo yoga aggiunto ai farmaci anti-emicrania in prevenzione migliora il controllo delle crisi di cefalea, almeno nelle forme episodiche. Stando a quanto riporta una ricerca indiana pubblicata su Neurology, che ha coinvolto un centinaio di persone, quando ai medicinali si è aggiunta la pratica dello yoga con sessioni ripetute di un’ora per tre mesi si è ottenuto un calo degli attacchi di mal di testa. In particolare le crisi si sarebbero ridotte del 48% contro il 12% riscontrato dopo trattamento classico farmacologico. Come se non bastasse, gli effetti dell’antica arte e del movimento sono stati significativi anche sule bisogno di assumere farmaci per controllare l’emicrania: in chi faceva yoga la necessità di queste terapie “al bisogno” è scesa del 47%, rispetto ad un calo del 12% in chi ha utilizzato solamente i farmaci preventivi. L’importante, in ogni caso, è imparare bene lo yoga, con un’attenzione specifica per la respirazione e la lentezza dei movimenti.