Raccontare un modo di vivere diverso, sostenere l’inclusione sociale, offrire un palcoscenico a una comunità diffusa in tutto il mondo, quella dei malati rari. Sono i punti chiave della quinta edizione di «Uno Sguardo Raro, The Rare Disease International Film Festival», festival cinematografico europeo dedicato alle malattie rare, di scena a Roma dal 9 al 15 marzo con proiezioni ed eventi in diverse location della città tra cui l’Istituto Cine-Tv R. Rossellini, Binario F Stazione Termini, l’Università Pontificia Salesiana, la Casa del Cinema di Roma, e che culminerà con la cerimonia di premiazione.

L’iniziativa, che raccoglie, premia e promuove le migliori opere video sul tema delle malattie rare, della disabilità e dell’inclusione sociale attraverso un bando di concorso internazionale, nasce da un’idea di Claudia Crisafio e Serena Bartezzati.

«La nostra idea – raccontano le due anime del Festival – è trasformare l’invisibilità di una comunità nascosta, ma diffusa in tutto il mondo, quella dei malati rari e delle loro famiglie. Il Festival parla di vita e di vite, di esistenze fuori centro che spesso danzano con la morte un passo a due quotidiano e che per questo sono capaci di regalare al pubblico uno sguardo altro, raro appunto. Siamo convinte che il cinema e le arti visive siano lo strumento migliore per condividere storie di coraggio ed esperienze di empatia nell’ambito della disabilità, e abbattere le barriere fisiche e mentali della nostra società».

Le pellicole selezionate, annunciano gli organizzatori, saranno votate e premiate da una giuria di esperti presieduta dall’attore Gianmarco Tognazzi. Presente anche in questa edizione la giuria popolare che potrà votare i finalisti su una pagina dedicata del nuovo sito internet (www.unosguardoraro.org) che sarà aggiornato online.

Quattro le categorie in concorso: cortometraggi nazionali, cortometraggi internazionali, documentari e animazione.

Due premi speciali saranno dedicati al cortospot di sensibilizzazione (in collaborazione con Ferpi, la Federazione relazioni pubbliche italiana) e al cortospot istituzionale di comunicazione in sanità (in collaborazione con Pa Social), oltre al Premio Usr-Heyoka assegnato ad opere che rispondono al tema dell’empatia e dell’inclusione votate dalla propria community Heyoka Empath, attiva su Facebook.

La cerimonia finale di premiazione si svolgerà, secondo programma, domenica 15 marzo presso la Casa del Cinema di Roma.