Simulazioni in 3D, medici e ingegneri in tandem
Simulazioni in 3D, medici e ingegneri in tandem

Il progetto Cor
conta su laboratori
e studi biomolecolari
all’avanguardia

 

“FARE ricerca non è un vezzo. è un dovere morale per potere dare alle generazioni future le migliori opportunità possibili - dice Anna Flavia d’Amelio Einaudi - E il progetto COR è un programma trasversale all’impegno del Gruppo San Donato con il quale operiamo nella divulgazione, nella prevenzione (sia in ospedale, sia nelle piazze italiane) e nella ricerca”.

Nell’ambito della ricerca, il progetto COR si articola in più studi applicativi. è stato attivato un laboratorio di simulazione computazionale e 3D per permettere ai medici di analizzare e sviluppare assieme agli ingegneri la migliore modellistica cardiovascolare. Un altro gruppo di ricercatori si occupa di cardiomiopatie attraverso lo studio dei meccanismi biomolecolari che stanno alla base dello sviluppo della fibrosi intramiocardica. E altri sono impegnati nelle indagini sull’insufficienza mitralica durante lo sforzo nei pazienti con scompenso cardiaco. Sappiamo che il cuore ha pochissime capacità di autoripararsi dopo un danno come l’infarto. Ma, grazie alla ricerca sui biomateriali e sulla riprogrammazione cellulare, saremo presto in grado di rigenerare i tessuti lesi.

M.M.F.