Semaforo verde a fibre e antiossidanti: amiche delle articolazioni

Cinque porzioni salutari di frutta e verdura, la salute dell'apparato locomotore si conquista a tavola

28/11/2021 - di Roberto Baldi

La cura dell’artrite-artrosi comincia a tavola, dove la regola resta sempre quella della varietà e gradevolezza. Ma l’artrosico-artritico deve adottare specifici accorgimenti alimentari, limitare i consumi di carni lavorate (hot dog, salsiccia) e carni rosse (hamburger, bistecche), glutine, alimenti altamente processati e ricchi di sale, alcolici, acidi grassi omega-6, latticini, patatine fritte e altri cibi fritti, soda e altre bevande zuccherate, margarina, carboidrati raffinati.

 

Per contrapposto, è da incrementare il consumo di sostanze nutritive con azione antinfiammatoria, come gli acidi grassi polinsaturi omega-3, che inibiscono la sintesi dei mediatori dell’infiammazione; l’apporto di antiossidanti come le vitamine A, C ed E; i minerali come zinco e selenio, in quanto agiscono contro i radicali liberi e aiutano a contrastare l’infiammazione; il magnesio riduce la tensione muscolare peggiorando la percezione di dolore.

 

Da aumentare il consumo di fibra per mantenere una flora intestinale adeguata, in quanto alcuni studi hanno messo in correlazione la disbiosi intestinale con le malattie reumatiche, e il consumo di fibra per una flora intestinale adeguata, in quanto alcuni studi hanno messo in correlazione la disbiosi intestinale con le malattie reumatiche; pomodori, cipolle, olio d’oliva, verdure a foglia verde, come spinaci e cavoli; frutta secca come mandorle e noci, pesci grassi come salmone, sgombro, tonno e sardine; frutti come fragole, mirtilli, uva, agrumi, ciliegie, melograno. e arance.

 

Le erbe e le spezie da preferire sono: tè verde, curcuma, zenzero, rosmarino, finocchio, prezzemolo, noce moscata, peperoncino, anice, salvia, chiodi di garofano, cacao. Una raccomandazione tutta particolare è rivolta all’alimentazione a colori attraverso frutta e vegetali: betacarotene e licopene proteggono le cellule da eventuali danni. L’American Cancer Society sottolinea al riguardo che non esiste alcun cibo o sostanza in grado di proteggerci completamente dalle malattie, ma per una migliore prevenzione si dovrebbero assumere cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, caratterizzati da una pigmentazione rossa, gialla-arancio, verde.

UNO SU CINQUE

Anche i cani possono soffrirne

Anche il cane può soffrire di artrite e di artrosi. Alcune razze ne risentono particolarmente. Statisticamente, un cane su cinque soffre di questa patologia solo in parte curabile con i trattamenti per gli uomini. Più rapidamente si riconoscono i sintomi, maggiori sono le possibilità di una vita indolore. L’artrosi canina colpisce soprattutto le articolazioni dell’anca, ma anche quelle della colonna vertebrale e delle gambe. Il dato segnaletico principale è la difficoltà dell’animale ad alzarsi la mattina e dopo le fasi di riposo. Il cane mostra anche una postura antalgica (postura di compensazione) e la riluttanza al movimento.