Per chi vive con disagio il cambiamento dell’aspetto dei propri genitali, esistono le soluzioni della cosmetica, della medicina estetica e della chirurgia intima. Si può procedere, ad esempio, con la tintura (utilizzando colorazioni ad hoc) e il rinfoltimento dei peli pubici, con la lipostruttura delle grandi labbra per rimpolparle e la labioplastica per la riduzione delle piccole e grandi labbra che possono cambiare dimensioni con l’invecchiamento. Poi esistono il lifting del Monte di Venere e la vaginoplastica che combatte il rilassamento dei tessuti vaginali. La tonicità genitale si riacquista anche con la ‘ginnastica’, allenando la muscolatura pelvica con gli esercizi di Kegel (serie di contrazioni volontarie dei muscoli del pavimento pelvico). Per l’atrofia vaginale esiste la Re-Vagination, rigenerazione effettuata tramite la stimolazione laser della mucosa endovaginale; migliora anche l’incontinenza urinaria di tipo lieve.

c. b.