di Gloria Ciabattoni

Mascherine chirurgiche, FFP 2 o 3, mascherine di moda, mascherine fatte in casa: dopo quasi un anno di battaglia contro il contagio da Covid-19, sulle mascherine è ancora bufera.

Come scegliere un modello che tuteli al massimo la propria salute e quella delle persone che avviciniamo, con missione zero contagi? Dobbiamo fare attenzione all’indice di filtrazione o BFE del tessuto, che non deve comunque essere tossico, e all’indice di respirabilità. Ce ne parla un’esperta dell’azienda A&R Pharma, specializzata in dispositivi medici.

Il BFE è la misura della capacità della mascherina di stoppare i bacilli che potremmo inalare e assorbire e pure quelli che potremmo diffondere intorno a noi. Con la norma 14683 i valori minimi sono stati fissati a 95%. Quindi prima di tutto dobbiamo essere sicuri che il dispositivo che indossiamo abbia un BFE misurato da enti credibili e adeguato. No quindi a tutte le mascherine senza certificazioni verificabili. La chirurgica non serve per proteggere se stessi, perché in entrata ha un BFE quasi nullo (20%). Indossandola proteggiamo solo gli altri. Questo se è stata realizzata secondo la normale se è viene indossata al massimo per 4 ore, poi finiscono nei rifiuti indifferenziati. Le FFP3 hanno un buon BFE in generale, ma sono state concepite per un uso individuale e professionale.

Le mascherine A&R Pharma hanno un indice di filtrazione che è il massimo testato sia in entrata, del 98,7%, sia in uscita, del 98,5. Basta pensare che la chirurgica in uscita ha solo 95 che è il requisito minimo. Sulla confezione delle mascherine A&R Pharma si trovano le informazioni che indicano le sue proprietà (nelle foto, alcuni dei modelli disponibili). Le mascherine A&R Pharma sono un dispositivo medico di Classe 1 CE registrato al Ministero della Salute al numero 1945649. L’impermeabilizzante è conforme a OEKO-TEX, requisiti standard 100 e ZDHC. Il test sull’indice di filtrazione è eseguito con lo stafilococco aureo, secondo norme EU 14683:2019.

L’attività antimicrobica è ottenuta con un tessuto in doppio strato tubolare, innocuo per la salute umana, sottoposto a specifici trattamenti a base di Zinco Pyritone (testato ISO 22196 OR ISO 20743- EPA Registered). Gli studi sono stati eseguiti dagli autorevoli laboratori Biochem. A&R Pharma è anche garanzia di maggior rispetto per l’ambiente, perché la mascherina A&R Pharma dura 8 ore al giorno, è lavabile e si riusa per 20 giorni. È comoda da indossare (è elasticizzata) e ha un’ottima respirabilità. Si può acquistare in farmacia o comodamente sul sito www.arpharma.it. È consigliata anche per le aziende e le scuole perché le mascherine A&R Pharma proteggono più delle chirurgiche e risultano più economiche in quanto ognuna dura 1 giorno ed è riutilizzabile 20 volte, al costo di 0,10 cent. Infine, è brandizzabile con il logo dell’azienda.