Come si sceglie un integratore? Gli ingredienti sono elencati in ordine decrescente, cioè il primo è quello presente in maggiore quantità, i successivi sono presenti in quantità minori. Oltre agli ingredienti attivi, vengono riportati gli eccipienti, ossia i componenti che non hanno funzioni fisiologiche, ma sono necessari per realizzare tecnologicamente i prodotti. Bisogna accertarsi che vitamine ed sali minerali siano di qualità: queste molecole possono essere sintetiche, o purificate, oppure essere contenute in modo naturale nella pianta o nel frutto che viene proposto. Gli integratori possono contenere anche estratti vegetali, probiotici e altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico come il coenzima Q10, l’acido alfa-lipoico, la teanina o il resveratrolo. Leggere le etichette è una sana abitudine, sia per gli integratori che per gli alimenti. Tra i più apprezzati ci sono gli integratori al 100% naturali. Il vetro scuro di grado farmaceutico è il materiale in grado di garantire la qualità e la sicurezza nel tempo.

È importante conoscerci e capire di cosa abbiamo bisogno. Le sinergie di alcuni prodotti sono in grado di aiutarci per ogni nostro disturbo. Il parere autorevole del medico e del farmacista o di altro operatore qualificato ci può essere di supporto per scegliere l’integratore più adatto alle nostre esigenze, sia nel dosaggio, che nella qualità.

Susanna Messaggio