Placche in rilievo di colore rosso acceso, rivestite da squame biancastre. È questa la manifestazione della psoriasi. Un disturbo cutaneo che può comparire a qualsiasi età e interessare qualsiasi parte della cute.

La psoriasi è un disordine di crescita e di attività dei cheratinociti, ad andamento cronico recidivante. In pratica è una patologia infiammatoria caratterizzata da lesioni eritematose e desquamative che colpiscono il cuoio capelluto, i gomiti, le ginocchia e la regione lombo-sacrale. Riguarda solo la cute e non ha un riscontro negli esami del sangue.

Esistono forme complesse: psoriasi invertita, ungueale, artropatica, che richiedono la collaborazione del reumatologo.

La prevalenza della psoriasi nella popolazione generale è stimata tra l’1 ed il 3%. In generale, un terzo dei pazienti sviluppa la prima manifestazione di psoriasi già in età infantile o adolescenziale.

Nelle forme lievi si cura usando prodotti topici steroidei combinati con derivati della vitamina D, cheratolitici (come urea, acido salicilico, vaselina salicilica). Nei casi più gravi si impiega la terapia sistemica: metotrexate, ciclosporina e farmaci biologici. Utile la fototerapia con raggi ultravioletti.

M. M. F.