Le chiamano mialgie, che sta a significare sostanzialmente dolori muscolari attribuibili a mille cause, ma che in questa stagione si spiegano soprattutto col freddo, in particolare il freddo umido. Come prevenirle? Evitando anzitutto sbalzi di temperatura, tenendo il termometro di casa non oltre i 20° e con umidità controllata. E fuoricasa meglio vestirsi ’a strati’ e non in modo troppo pesante.

Va poi considerato che i dolori muscolari da freddo hanno origine soprattutto dalla posizione contratta che il paziente tende ad assumere, e per questo occorre variarla nelle varie fasi della giornata. In ufficio: evitare la posizione seduta per lungo tempo, cercando di interromperla con brevi camminate ogni ora. In casa: non sollevare pesi esagerati, non piegarsi con la schiena in avanti quando si raccolgono oggetti, mantenere sempre i piedi ben piantati a terra e avere consapevolezza del proprio baricentro; a letto: assumere una posizione corretta, con il sostegno se necessario di uno scaldasonno da attivare prima di coricarsi, spengendolo quando si entra a letto, privilegiando il piumone rispetto a coperture a strati. Evitare movimenti bruschi, fare uso di un buon materasso.

Al di là di queste regole c’è il problema di cause alternative dei dolori muscolari e occorre disporsi a una fisiokinesiterapia e terapia farmacologica adeguate.

Roberto Baldi