Intere giornate trascorse in ambienti chiusi, tante ore passate davanti ai display, circostanze che rischiano di aggravare la miopia, disturbo che spesso viene a galla nei primi anni della scuola. Oltre alle già note cause genetiche, entrano in gioco fattori ambientali. Gli occhi dei più piccoli scontano le conseguenze dei lockdown. I genitori oggi però possono adottare misure idonee per preservare la vista nei figli con farmaci e lenti idonee a tecnologia D.I.M.S. su indicazione del medico specialista.