Secondo uno studio, sovrappeso e depressione sono strettamente collegati
Secondo uno studio, sovrappeso e depressione sono strettamente collegati

I chili di troppo possono causare depressione. Lo ha scoperto un team di ricercatori danesi dell’Università di Aarhus. Secondo il loro studio in fatti il grasso corporeo in eccesso aumenta il rischio di depressione del 17%. Sovrappeso e obesità causerebbero problemi psicologici di autostima, con la conseguenza di rischi depressivi in crescita. Un problema che colpisce quasi la metà della popolazione mondiale.

Peso e depressione

Lo studio, pubblicato sulla rivista Translational Psychiatry, si basa sull’analisi dei dati provenienti da due grandi insiemi di dati genetici: la Biobank inglese e il Psychiatric Genomics Consortium, che contiene informazioni sulla correlazione tra varianti genetiche e depressione.
Se gli studi precedenti studi utilizzavano l'indice di massa corporea (BMI) per misurare l'obesità, il team danese ha evidenziato come questo sistema sia impreciso, non tenendo conto della corporatura e della massa muscolare (secondo il BMI alcuni atleti rischiano di essere classificati come sovrappeso). Così si sono concentrati sulla relazione tra la quantità di grasso corporeo e il rischio di depressione.

E hanno scoperto che esiste una precisa correlazione fra peso e questa condizione psicologica. In concreto: 10 chili in più aumentano del 17% il rischio di depressione.

Immagine negativa del corpo

Lo studio racconta anche che non è importante quale sia la posizione del grasso nel corpo, il rischio di depressione è legato al peso e non alla sua distribuzione. Il professor Soren Dinesen Ostergaard, leader dello studio spiega che "Oltre alle note conseguenze fisiche dell'obesità come il diabete e le malattie cardiovascolari, esiste anche una componente psicologica significativa e ora ben documentata, che deve anche essere affrontata”.
Gli elementi chiave che spingono le persone sovrappeso verso forme di depressione sembrano essere un'immagine negativa del proprio corpo e una bassa autostima. E secondo i ricercatori “gli sforzi della società per combattere l'obesità non devono essere stigmatizzati, poiché questo probabilmente aumenterà il rischio di depressione ancora di più”. Il paper parla proprio di “epidemia di obesità” da combattere: secondo i dati, oltre il 40% della popolazione mondiale è in sovrappeso.