Le tecniche principali della camminata sportiva sono cinque: fitwalking, nordic walking, wogging, trekking e walking con il passeggino. Il fitwalking prevede un’andatura veloce: generalmente dai 7 ai 9 chilometri all’ora. È una attività fisica adatta a a tutti, e dagli indubbi benefici: migliora il sistema cardio-circolatorio e quello respiratorio. Tutti i muscoli vengono ossigenati maggiormente, il metabolismo basale aumenta ed è un toccasana per le malattie metaboliche come il diabete di tipo 2.

Il nordic walking, conosciuto anche come camminata con i bastoncini, abbina la camminata a passo veloce con l’allenamento delle braccia (che danno ritmo ed equilibrio) attraverso l’uso di bastoncini che ricordano quelli dello sci di fondo.

Il wogging è una camminata ‘potenziata’ in cui si utilizzano pesi da tenere in mano (manubri), ai polsi (polsiere), e alle caviglie (cavigliere). Il tutto incrementa l’effetto allenante e rafforza la muscolatura del busto, delle braccia e delle gambe.

Il trekking è un mix tra la camminata in mezzo alla natura e l’escursionismo: esistono percorsi di ogni difficoltà e di diverse lunghezze, e ognuno può adattare l’attività alle proprie capacità di sforzo e resistenza. Il walking con il passeggino è consigliato alle neomamme, ma perché sia efficace va praticato per almeno 30 minuti consecutivi.

M. M. F.