Finito il lockdown, riprendiamo a muoverci. È il momento di sfruttare per il benessere le antiche discipline orientali, avvicinandoci allo yoga, vero e proprio amico del cervello perché lo aiuta a mantenersi ’sveglio’, oltre a favorire un miglior controllo delle emozioni. Lo yoga può sostituire passeggiate o nuotate, ma per tutti sarebbe meglio considerarlo un’intelligente integrazione da fare con le giuste indicazioni, della normale attività fisica aerobica. A fare questa similitudine è una ricerca condotta all’Università dell’Illinois apparsa su Brain Plasticity. Analizzando undici studi sul tema gli esperti americani hanno visto che lo yoga, rispetto all’attività fisica comune, avrebbe effetti specifici sul sistema nervoso, come maggior capacità di prendere decisioni, oltre a miglioramento della memoria e controllo delle emozioni. L’azione si concentra in particolare sulle dimensioni dell’ippocampo, coinvolto nella memoria e nell’apprendimento.