La patologia da freddo si avvale nelle sue complicanze di rimedi terapeutici a base prevalentemente di antiflogistici e antipiretici; ma c’è anche una patologia minore, per così dire transeunte, che può risolversi o attenuarsi con rimedi naturali. Ne sono colpite in maggioranza le donne, attribuibile secondo studi dell’università di Maastricht a un diverso metabolismo (negli uomini del 20-30% più veloce) e a caratteristiche ormonali che attribuiscono agli estrogeni un potere vasocostrittivo periferico maggiore. In questi casi se ne può uscire con i cosiddetti rimedi della nonna.

Mal di gola: valido il colluttorio di farmacia, ma anche il succo di un paio di limoni in un bicchiere di acqua salata; pelle screpolata: olio di oliva versato su un batuffolo di ovatta e spalmato sul dorso mani; geloni: rapa tagliata a fettine e strofinate sulla pelle irritata oppure immergere mani o piedi nell’acqua di bollitura delle rape. Per le forme respiratorie raccomandati anche un bicchiere di latte caldo alla sera con miele a rafforzare le difese immunitarie e a sciogliere il muco oppure impiastri di varia natura fra cui quelli a base di semi di lino. Inutile aggiungere che per le conseguenze maggiori serve un ricorso terapeutico che in taluni casi può valersi addirittura dell’antibiotico.

R. B.