Quel che mangiamo può dare aiuti importanti per il benessere della nostra chioma. Come le vitamine del gruppo B: la B1 e la B8 regolano il ciclo vitale del capello, la B2 aiuta la sintesi del sebo, la B4 è molto utile per l’attività dei follicoli piliferi, la B5 favorisce la crescita, la B7 e la B9 servono alla produzione e alla sintesi della cheratina, che è la principale componente del fusto ed è la proteina che condiziona la robustezza, la compattezza, l’elasticità e la capacità dei capelli di proteggersi da agenti nocivi esterni. In tema di vitamine, in inverno c’è un vero superfood, il melograno, un concentrato di vitamine: A, B, C, E e K. Grazie alle sue proprietà antiossidanti è un ottimo alleato e contrasta l’invecchiamento di pelle e capelli, ai quali dona vigore e lucentezza, e quando sono secchi e sfibrati ripara il fusto e previene le doppie punte. Un altro frutto di stagione, l’arancia, è ricca di vitamina C dal prezioso effetto antiossidante.

Ruolo importante per la salute dei capelli lo hanno anche le proteine, i “mattoni” del nostro organismo. Tra le principali ci sono la creatina che stimola la produzione di collagene ed elastina, la prolina per la sintesi delle proteine di sostegno, la cisteina per unghie e capelli. Per questo è importante consumare carni rosse, uova e pesce che contengono cistina e lisina, ma anche taurina e arginina, molecole molto utili per i bulbi piliferi.

G. C.