Mindfulness all'aperto: i piedi intercettano e aiutano la mente
Mindfulness all'aperto: i piedi intercettano e aiutano la mente

Sono passati alcuni decenni da quando il medico Jon Kabat-Zinn ha riformulato la meditazione mindfulness pensandola per gli occidentali. La mindfulness estiva si pratica all'aperto, sposandosi con il trekkking, in una variante pensata proprio per la bella stagione e le vacanze. «Abbiamo voluto coniugare la mindfulness con il trekking – racconta Pier Luigi Rizzini, formatore esperto di mindfulness couseling -. L'esperimento quest'anno ci porterà in Liguria. La mindfulness trekking è una pratica di attenzione consapevole e meditazione, unita al camminare negli scenari naturali. Le onde e i suoni del mare, il vento e la luce del sole hanno effetti salutari e inducono relax e benessere». Altra variante della mindfulness è la danza. «Una danza meditazione – conclude l'esperto – che tutti possono facilmente praticare anche all'aperto, magari al tramonto, divertente, dolce, energetica».