Mal di schiena, infiammazione o difetto di postura?

Reumatologo, fisioterapista, ortopedico o neurochirurgo? L'orientamento varia a seconda dei casi

08/06/2022

Mal di schiena, come combatterlo? A seconda dei casi, a seconda dell’età, potrebbe bastare una cura con i farmaci, o con l’aiuto dalla ginnastica posturale, una riabilitazione mirata o semplicissimi consigli sugli accorgimenti, le accortezze necessarie per mantenere in forma la colonna vertebrale, muscoli e articolazioni. Prima regola: rassicurare e indagare le cause.

 

Dolore ricorrente

Se soffri di mal di schiena ricorrente o cronico, niente paura, devi sapere che più dell’80% delle persone sperimenta mal di schiena nel corso della loro vita.I fattori che possono causare dolore possono essere diversi, ma i sintomi spesso sono gli stessi. Ecco perché le persone con mal di schiena cronico potrebbero ignorare la causa sottostante del dolore, ecco perché occorre sapere che la spina dorsale in qualche modo parla di noi, delle nostre fragilità: le due tipologie di mal di schiena più frequenti sono quelle di natura meccanica posturale, dove entrano in gioco le cattive abitudini, e quelle di natura infiammatoria, che richiedono un diverso approccio.

 

Distinguere la natura

Per i pazienti affetti da mal di schiena, è importante comprendere l’eziologia del dolore infiammatorio, diversa da quella provoca un dolore riconducibile a un problema meccanico. Un buon dialogo con il medico di famiglia può aiutare a identificare la causa del mal di schiena e capire come trattarlo (ad esempio il classico colpo della strega non richiede visita specialistica, ma deve essere risolto dal medico di medicina generale, in ambulatorio, nel caso anche con miorilassanti).

 

Ricerca delle cause

Sempre utile ricercare le cause confrontandosi con il medico di fiducia, evitando il fai-da-te. Purtroppo a volte si viene indirizzati in maniera sbrigativa verso uno specialista in ortopedia, pensando che sia sempre comunque materia di competenza dell’ortopedico, mentre invece sappiamo a volte questo problema potrebbe essere affrontato da un neurochirurgo (ernia del disco lombare), da un laureato in fisioterapia e riabilitazione (postumi da schiacciamento vertebrale, osteoporosi dell’anziano), da un personal trainer laureato in scienze motorie (ginnastica in acqua, percorsi benessere per persone che per motivi di studio o di lavoro trascorrono troppe ore fermi alla scrivania con il dorso bloccato per un difetto di postura). Nella persona giovane esiste un mal di schiena accompagnato da infiammazione, che coinvolge il sistema immunitario, di competenza quindi del reumatologo, e qui veniamo al punto.

 

Reumatologia

Un medico specialista in reumatologia spesso è in grado di risalire alla causa della patologia, quando questa investe le strutture anatomiche con modalità ben precise. Tendini e connettivo, tessuti cuscinetto delle articolazioni, diventano in questi casi facili bersagli di una affezione organica. Una giusta consulenza reumatologica velocizza il percorso diagnostico-terapeutico, migliora la gestione del dolore e riduce così l’impatto sulla qualità di vita.

 

Terapia

Come si vede, dunque, il mal di schiena è un’esperienza spiacevole che capita di frequente, nelle diverse età della vita, l’importante è comprendere che un sintomo può essere dovuto a cause di natura diversa, e che per affrontarlo e risolverlo occorre riflettere, poiché esistono strade diverse per imbastire una terapia suffragata da esami diagnostici e dati di laboratorio.