Chi soffre di reflusso solitamente ha una sgradevole sensazione di acido che sale dalla gola fino in bocca. Ma da cosa dipende? "La causa primaria – spiega il professor Marco Antonio Zappa – deriva da una mancata continenza dello sfintere esofageo inferiore, che a sua volta può dipendere da diversi fattori come un rallentato svuotamento gastrico, l’obesità, l’alimentazione, l’alcool, il fumo, lo stress o la presenza di un’ernia del diaframma".

La cura dipende dalla gravità: "Un modesto reflusso può determinare una modesta esofagite (infiammazione dell’esofago determinata da acidi gastrici che risalgono) che può essere curata con farmaci che inibiscono la formazione dell’acido gastrico, cioè farmaci che ‘rivestono e proteggono’ la mucosa esofagea". Può servire il rialzo della testata del letto e l’attenzione allo stile di vita (alimentazione, no alcol e fumo). In casi importanti si interviene chirurgicamente in laparoscopia".

M.M.F.