"Spazi ristretti e limitazioni sociali impattano negativamente sul nostro stato di salute. Sono deleteri poi certi comportamenti alimentari, che ci spingono a compensare l’involontaria prigionia. Occorre reagire approfittando anche delle risorse offerte dalla rete". È sulla base di queste premesse che il professor Umberto Solimene, medico presidente della Femtec, Federazione Mondiale delle Terme, lancia una campagna, intitolata Coronavirus-Gym, per promuovere la forma fisica e mentale attraverso percorsi a distanza, viste le attuali limitazioni da Covid-19.

Sul sito della società scientifica (www.femteconline.org, nellasezione ’Coronavirus Gym) si può seguire un programma online, ribattezzato “Le terme in casa”, corredato da tutorial e video accessibili liberamente, ambientato presso palestre, centri benessere e spa, con istruttori professionali, dedicati al relax, allo stretching, allo stimolo del metabolismo e al trattamento soft delle patologie osteoarticolari. Particolare attenzione è riservata alle discipline orientali, come le ginnastiche cinesi (Tai qi o Qi kong) e allo yoga.

"Sovrappeso, sedentarietà, ansia e problemi di convivenza sono gli aspetti negativi della sosta forzata da Coronavirus – ha affermato il professor Solimene – ma lo schema di training che abbiamo diffuso sul web, se opportunamente seguito, aiuterà a ristabilire un equilibrio ideale con la natura. Si accompagna a semplici tecniche idroterapiche che, avvalendosi di estratti di piante, reperibili anche in erboristeria, contribuiranno a riattivare le energie dell’organismo, stimolare il sistema immunitario, ottenere un effetto rilassante".

I percorsi sono stati supervisionati da medici esperti, tra i quali figurano Erus Sangiorgi ed Emilio Minelli, coordinatori delle commissioni per la medicina termale integrata e per le medicine complementari della Federazione. Tra le proposte, frizioni fredde e bagni caldi (stimolanti o rilassanti) con essenze diverse, a seconda delle finalità, indicandone le modalità di esecuzione. Si tratta di formule da allestire in casa con l’aggiunta di essenze di piante, da quelle più comuni (arancio, lavanda) ad altre più sofisticate (astragalo, avena, uncaria, zenzero).

Finita la quarantena, nel rispetto delle norme sanitarie cui occorre attenersi in modo rigoroso, avremo appreso un metodo utile per mantenersi snelli, anche all’aria aperta. I più fortunati potranno completare questo programma con un soggiorno nelle località dotate di impianti termali, soluzioni che per essere efficaci devono durare almeno 12 giorni, se a fini terapeutici. Per un programma di relax, rivolto a chi ha meno tempo a disposizione, saranno sufficienti 3-4 giorni.