Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che prevede la cosiddetta dematerializzazione delle ricette bianche per la prescrizione di farmaci non a carico del Servizio sanitario nazionale e modalità di rilascio del promemoria della ricetta elettronica. Finora era possibile ottenere sul fascicolo sanitario elettronico le prescrizioni di farmaci rimborsati dal Servizio sanitario nazionale, mentre curiosamente le richieste dei farmaci a carico dell’assistito richiedevano sempre di ritirare l’originale cartaceo in ambulatorio. La novità introdotta elimina una disparità e autorizza i medici finalmente a inviare ai loro assistiti, anche per posta elettronica, tutte le ricette di cui i clienti hanno bisogno, senza penalizzare quanti acquistano farmaci di tasca loro. Con questo decreto tutte le ricette vengono dematerializzate, una novità che semplifica la consegna delle prescrizioni per via telematica, e che supera l’emergenza Covid-19, in quanto resterà in via definitiva anche quando la pandemia sarà finita. Questo quanto previsto dal decreto, del 30 dicembre scorso, del ministero dell’Economia e delle Finanze, che istituisce la Ricetta bianca elettronica.