Il coronavirus SarsCov2 in gravidanza ha le armi spuntate, nel senso che al momento non è dimostrata la trasmissione del virus dalla madre al feto, nessun neonato nato da madre affetta è risultato positivo al virus, che è assente nel liquido amniotico o nel sangue neonatale prelevato da cordone ombelicale. Sono alcune delle osservazioni diffuse dall’Istituto Superiore di Sanità. Ribadite le comuni azioni di prevenzione primaria che prevedono l’igiene frequente e accurata delle mani e l’attenzione a evitare il contatto con soggetti malati o sospetti. Nel caso in cui la madre stia facendo gli accertamenti diagnostici o sia affetta da Covid-19, l’allattamento può essere avviato o mantenuto, direttamente al seno o con latte materno spremuto. Va detto infatti che il nuovo coronavirus non è stato rilevato finora nel latte materno raccolto dopo la prima poppata delle donne affette mentre solo in un caso sono stati rilevati gli anticorpi anti-SarsCov2