Un nastro rosa che diventa un un grande ed ampio abbraccio simbolico che ci unisce tutti: è il simbolo dell’edizione 2020 della Breast Cancer Campaign, ideata 28 anni fa da Evelyn H. Lauder e promossa da The Estée Lauder Companies. Il messaggio è chiaro e semplice: it’s #TimeToEndBreastCancer e la testimonial è, per la sesta volta, Natasha Stefanenko: "Sono fiera di indossare questo nastro rosa e ricordare a tutte le donne (ma anche agli uomini) l’importanza della prevenzione e della ricerca per rendere il tumore al seno una malattia curabile. È importante non smettere di lottare, sostenere anche concretamente la ricerca e garantire continuità al lavoro dei nostri scienziati: lo dobbiamo alle moltissime persone in attesa di una risposta concreta per vincere la loro personalissima battaglia!".

Il tumore al seno è la neoplasia più frequente nel genere femminile: in Italia colpisce 53.000 donne ogni anno, una su nove nell’arco della vita. Grazie ai costanti progressi della ricerca, la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è aumentata fino all’87%.

"La Breast Cancer Campaign è un impegno che vede Estée Lauder Companies coinvolta insieme ai suoi partner nella lotta contro il tumore al seno da ben 28 anni – dice Edoardo Bernardi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di The Estée Lauder Companies Italia –. Sono fiero e orgoglioso di farmi portavoce di un messaggio tanto importante anche quest’anno al fianco di AIRC, che è una eccellenza italiana nella ricerca sul cancro".

L’illuminazione in rosa del Teatro alla Scala di Milano (nella foto) è stato il primo atto ad alta simbologia, visto che dal 1992 il nastro rosa è l’emblema universale della lotta contro il tumore al seno. Inoltre, The Estée Lauder Companies Italia sosterrà l’attività di AIRC devolvendo 5 euro per ognuno dei seguenti prodotti venduti nel mese di ottobre.