Roma, 23 febbraio 2020 - Mangiare con le mani dà al cibo un sapore migliore a ciò che ingeriamo, ma potrebbe essere la causa di un aumento di peso corporeo, perché ’spinge’ a mangiare di più: è quanto emerge da uno studio dei ricercatori della Stevens University di New York, i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of Retailing.

Essere in grado di toccare fisicamente il cibo potrebbe migliorare le percezioni sensoriali del cervello, e anche prima che il cibo raggiunga la bocca, le percezioni tattili aumenterebbero la soddisfazione della masticazione, spingendo l’encefalo a ritenere il cibo più gustoso di quanto accade usando le posate. Questo effetto sarebbe presente però solo nelle persone abituate a controllare la propria alimentazione, mentre chi di solito mangia ciò che desidera non riscontrerebbe cambiamenti o miglioramenti nel sapore degli alimenti. Gli studiosi hanno condotto la ricerca coinvolgendo 45 volontari, chiedendo loro di mangiare un determinato tipo di formaggio. Metà dei partecipanti aveva a disposizione dei bastoncini da cocktail, mentre i restanti hanno utilizzato le dita. I partecipanti attenti alla propria alimentazione hanno giudicato il formaggio più gustoso quando lo tenevano in mano.