Gel disinfettante dalla mattina alla sera, al lavoro, nei negozi, sugli autobus. E poi la mascherina a coprire naso e bocca, tutto il giorno. La raccomandazione è di non abbassare la guardia e di continuare ad essere prudenti. Ma come proteggere la nostra pelle dalle “protezioni“ anti Covid? La dottoressa Federica Tomelleri, responsabile del servizio di dermatologia all’ospedale Irccs Sacro Cuore di Negrar Verona, ha una parola d’ordine: idratazione.

"Per avere un’effettiva capacità disinfettante i prodotti devono avere almeno il 60% di alcol – spiega – e questo crea una disidratazione importante a livello superficiale, che sarebbe bene ripristinare, onde evitare di vedere comparire dermatiti di vario genere o l’aggravarsi di situazioni già esistenti quali eczemi atopici o allergici, da contatto, patologie che in questo momento hanno visto un peggioramento della loro incidenza e gravità".

Ecco allora la necessità di passare dal disinfettante alle creme ad alta capacità “restitutiva“, per recuperare ciò che è stato asportato dall’alcol. E quando le creme non bastano si può persino ricorrere a integratori alimentari che aiutino a fortificarsi con Omega3, Omega 6 e acido ialuronico.

"Gli integratori vanno bene, possono essere un sostegno, ma sono più utili in anticipo rispetto all’applicazione di prodotti irritanti e disidratanti – prosegue la dottoressa Tomelleri –. Per risolvere una situazione acuta è fondamentale usare detergenti non aggressivi, con scarso potere schiumogeno, che non vadano a infierire sul disagio a livello cutaneo; e restitutivi idratanti a livello topico locale. Insomma, abbondare con creme idratanti".

Per le mani secche e screpolate da guanti e continui lavaggi non si può contare neppure sulla vitamina D, che di solito è un toccasana per l’epidermide, ma per l’idratazione ha pochissima efficacia, anche se resta un alleato per le difese cutanee e un antinfiammatorio naturale.

Se nutrire la pelle più volte al giorno è un buon consiglio per tutti, specialmente in questo periodo, l’abbondante uso di creme idratanti è fondamentale per coloro che soffrono, ad esempio, di eczemi, dermatite atopica, psoriasi. "L’eczema è una patologia che crea di suo, dopo la vescicolazione, una reazione desquamativa – aggiunge Tomelleri –, per cui aggiungere sostante irritanti ed essicanti non può che peggiorare le condizioni della dermatosi. E chi ne è affetto in questo periodo sta soffrendo in particolar modo".