È pura passione quella degli italiani per il cioccolato, dal muffin al gelato alla tavoletta tout court, con consumi di poco più di 4 kg a testa l’anno, in pratica 11 grammi al giorno. Un ‘amore’ dimostrato durante il lockdown: nelle prime quattro settimane di quarantena, secondo i dati del rapporto Ismea, i consumi degli italiani tra tavolette e barrette sono schizzati del 21,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Sul fronte dei gusti, la scelta degli italiani per il fondente è sempre in cima agli acquisti con oltre il 40% delle preferenze, seguito a distanza da quello al latte; perdono posizioni, invece, il cioccolato bianco come anche la semplice barretta. Un mercato di sapori tradizionali dove però trova sempre più spazio l’innovazione, dal prodotto aromatizzato al peperoncino, all’arancia, al rum, alla menta o, nelle versioni al sale dell’Himalaya, passando dal vegan e dal biologico e naturalmente a quello senza glutine.