Uno stetoscopio
Uno stetoscopio

Un foglio con dei tratti di grafite, se applicato sulla pelle, può avere la stessa funzione degli elettrodi in silicio che vengono usati ad esempio per fare l’elettrocardiogramma. Un team dell’Università del Missouri ha infatti scoperto che gli schizzi a matita su carta sono in grado di captare alcuni segnali fisiologici del nostro organismo, tra cui la frequenza cardiaca e la temperatura della pelle. Un’invenzione “economica” che potrebbe rappresentare un’importante svolta.

Schizzi a matita al posto degli elettrodi

Gli esperti, usando una classica matita, hanno disegnato su dei fogli di carta alcuni schizzi ondulati (a serpentina). A quel punto hanno ricoperto il tutto con un materiale adesivo per fare aderire il foglio alla pelle umana, dopodiché (tramite un apposito cavo) hanno collegato questi ghirigori su carta al macchinario che registra la frequenza cardiaca. Con grande meraviglia i ricercatori hanno scoperto che le linee di grafite prodotte dalla matita sono conduttive, nel senso che possono rilevare una serie di parametri provenienti sia dalla pelle sia dagli organi interni.
Durante un elettrocardiogramma l’attività del cuore viene misurata grazie a degli elettrodi fissati sulla pelle. Questi elettrodi, solitamente, sono fatti di rame o silicio: due materiali decisamente più costosi di una semplice matita applicata su un foglio di carta. Ecco perché la soluzione messa a punto in Usa potrebbe rappresentare un’alternativa più economica da usare nella medicina.

Un’alternativa efficace?

Questi elettrodi in grafite sono stati usati dai ricercatori per registrare la frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria, e secondo alcuni esperti potrebbero rivelarsi utili anche per misurare la temperatura della pelle. Stando a ciò che hanno comunicato, la matita applicata sul foglio di carta ha ottenuto gli stessi risultati avuti usando i metodi convenzionali. Un aspetto decisivo consiste nel fatto che i disegni sono stati fatti a serpentina, così da mantenere le loro proprietà elettriche anche se piegati o allungati. Nei prossimi mesi verranno effettuati test sempre più approfonditi e, in caso di conferme, potrebbe cominciare una svolta importante dal punto di vista produttivo. Una svolta che, giudicando il basso costo della creazione di questi elettrodi, potrebbe consentire a tanti ospedali o strutture in difficoltà di attrezzarsi per fare numerosi esami che non potrebbero permettersi.