Le nuove tecnologie provocano l’aumento della sedentarietà
Le nuove tecnologie provocano l’aumento della sedentarietà

La popolazione europea sta diventando sempre più sedentaria, e il coronavirius non c’entra niente. Lo racconta uno studio dell’Universidad Rey Juan Carlos di Madrid, che spiega che il numero di adulti europei che trascorrono più di quattro ore e mezza seduti al giorno è aumentato dell'8% tra il 2002 e il 2017. Il motivo? Le nuove abitudini determinate dall’uso delle tecnologie digitali: usiamo fin troppo, sia sul lavoro che anche nel nostro tempo libero, lo smartphone con le sue app per la comunicazione social, le streaming tv e gli strumenti digitali in generale. Senza un intervento diretto della politica, siamo destinati a diventare esseri sempre più ‘seduti’, con conseguenze negative sulla nostra salute.


Europa sempre più sedentaria

La ricerca spagnola, pubblicata sulla rivista BMC Public Health, si è focalizzata sui dati di 4 indagini su un totale di 96.004 adulti fra 2002 e 2017, condotte in tutta l'Unione Europea sullo sport e l'attività fisica, per studiare i cambiamenti nei livelli di comportamento. L’analisi quantitativa dei dati ha permesso ai ricercatori hanno di scoprire che nel 2002 la percentuale di adulti sedentari (persone che stavano sedute più di quattro ore e mezza al giorno) era del 49,3%, ma nel 2017 è salita al 54,3%.
Fra 2002 e 2017 il 55,6% delle persone di età pari o superiore a 65 anni e il 58,3% di quelle di età compresa tra 18 e 24 anni sono risultate fisicamente inattive. La fascia di età con il maggior aumento dell'inattività fisica sembra quella dei 35-44eni, con un aumento del 15,3% del numero di adulti seduti (dal 43,7% al 50,4%).
C’è una differenza fra uomini e donne quanto a sedentarietà: il 52,2% degli uomini in tutta Europa sta seduto per più di quattro ore e mezza al giorno, rispetto al 49,5% delle donne.

Conseguenze sulla salute

Gli autori avvertono anche che avendo calcolato la quantità di tempo trascorso seduti attraverso la descrizione di una giornata tipo da parte dei partecipanti, questo studio potrebbe perfino sottostimare la reale incidenza dello stile sedentario in tutta Europa.
Si tratta di una pessima notizia per la nostra salute: Xián Mayo Mauriz, l'autore principale dello studio, afferma che "Stare seduti per più di quattro ore e mezza al giorno è associato a un aumento del rischio di soffrire di malattie come quelle cardiache. La nostra ricerca indica che la prevalenza del comportamento sedentario è aumentata in tutta Europa e questo potrebbe avere implicazioni significative per la salute di tutti gli stati europei".


La causa della sedentarietà: la tecnologia digitale

Quale potrebbe essere la causa di tanta sedentarietà? Il team spagnolo non ha dubbi e imputa la ragione della nostra vita ‘da divano’ alle nuove tecnologia, ovvero al mutamento dello stile di vita creato dall’uso di esse: "L'aumento osservato nella prevalenza dell'inattività fisica può essere attribuito alle persone che interagiscono sempre più con tecnologie come smartphone e servizi di streaming durante il lavoro e il tempo libero”. Una tendenza da arginare grazie alla politica: “I nostri risultati suggeriscono che oltre a i ncoraggiare l'attività fisica, i governi dovrebbero concentrarsi sulla riduzione della quantità di tempo che le persone trascorrono sedute ogni giorno".