Esfoliare e idratare, due segreti per la pelle

Per mantenere i benefici del sole, bastano poche semplici mosse, anche con prodotti fai-da-te che utilizzano zucchero, sale e aloe

22/08/2021 - di Gloria Ciabattoni

Le ferie estive e le giornate all’aria aperta ci hanno lasciato notevoli benefici, non solo per quanto riguarda l’umore e la forma fisica, ma anche per l’estetica, in primo luogo la tintarella e la “bonne mine”, quell’aria di buona salute che ci ringiovanisce. Per mantenere questi benefici ci sono poche ma basilari regole: esfoliare e reidratare. Infatti per mantenere il più a lungo possibile la tintarella il primo step è eliminare le cellule morte con un trattamento esfoliante, per rivitalizzare la cute e restituire un colorito omogeneo. Quindi uno scrub è indispensabile, e ce ne sono davvero di ogni tipo, da scegliere soft per il viso o un po’ più strong per il corpo (gomiti e talloni sono le parti sulle quali insistere di più perché la pelle è particolarmente inspessita).

 

Sempre per lo scrub, ci sono anche ricette per il fai da te, semplicissime: zucchero di canna (ha i granelli più grossi rispetto a quello bianco) miele e un goccio di latte formeranno una ’pappina’ da massaggiare sul viso delicatamente, da lasciare qualche minuto e risciacquare con acqua tiepida. Per il corpo, possiamo sostituire lo zucchero con del sale grosso, per uno scrub più deciso. Lo scrub non porta via l’abbronzatura ma al contrario la esalta, rimuovendo lo strato superficiale di cellule morte. Naturalmente occorre un’esfoliazione delicata, preferibilmente da fare alla sera e comunque non dopo l’esposizione al sole, quando l’epidermide è accaldata e arrossata. Dopo lo scrub è sempre bene idratare la pelle, applicando olio di mandorle dolci, di germe di grano, o un prodotto all’aloe (se si ha una pianta di aloe, bisogna solo togliere la pellicola che ricopre la foglia e spalmare il gel che c’è dentro sul viso o sulla parte arrossata, fa davvero molto bene).

 

E non è da dimenticare una buona crema idratante ed emolliente: ce ne sono anche di specifiche per mantenere l’abbronzatura, poi una volta alla settimana possiamo applicare sul viso una maschera nutriente. E se dopo una giornata al sole la pelle è un po’ arrossata, dopo averla detersa con latte e tonico (o acqua micellare), possiamo fare un impacco con una crema apposita, o con una crema idratante. Infatti un aiuto importante per mantenere l’abbronzatura è l’idratazione: ci idratiamo dall’interno bevendo tanta acqua, e dall’esterno usando un trattamento reidratante, che in emergenza può essere anche il rimedio ’della nonna’, le classiche fettine di cetriolo o di anguria sulla pelle arrossata. Da tenere almeno mezz’ora sul viso: non fanno miracoli ma rinfrescano in modo naturale.

 

Per mantenere l’abbronzatura sul corpo, l’ideale è un olio detergente, che contiene sostanze emollienti, protettive ed elasticizzanti. È da preferire a bagnoschiuma e saponette, più aggressivi, a meno che non siano formulati appositamente per il dopo sole.