I figli aiutano le famiglie a mangiare meglio
I figli aiutano le famiglie a mangiare meglio

Un figlio ti cambia la vita e le abitudini, anche quelle alimentari. Uno studio americano spiega che diventare genitore ti fa mangiare meglio: i neo papà e le neo mamme aumentano il consumo di frutta e verdura fresche. La ricerca è stata condotta all'Università del Michigan e affronta un tema molto dibattuto, non solo negli Stati Uniti, dove l'alimentazione delle famiglie è particolarmente deficitaria quanto a prodotti freschi come frutta e verdura. Il fenomeno ha come conseguenza un alto tasso di obesità e sovrappeso e l'aumento delle malattie cardiovascolari. Lo studio apparso sul Journal of Nutrition Education and Behavior mette in luce come i neogenitori tendono ad aumentare la spesa per i prodotti freschi, migliorando, almeno temporaneamente, la loro dieta.


Con un figlio si mangia meglio

I ricercatori hanno esaminato dati di 40.000 persone, analizzando i comportamenti d'acquisto e categorizzandoli (generi alimentari secchi, prodotti lattiero-caseari, alimenti surgelati e prodotti freschi). Si è tenuto conto anche del livello socio economico delle famiglie e quello culturale. I dati emersi raccontano che le coppie che hanno avuto figli hanno visto un aumento nella percentuale del budget alimentare (dal 10 al 12%), cosa piuttosto normale dato che era arrivata una nuova creatura in casa. Questo aumento si è però registrato solo nelle famiglie ad alto reddito, mentre in quelle comprese nella fascia di povertà non c'è stato alcun cambiamento. Un dato significativo è la crescita degli investimenti famigliari negli acquisti di frutta e verdura fresca. Soprattutto la frutta fresca.
Poi, evidentemente, si torna alle abitudini alimentari 'standard'.

"Sebbene le preferenze alimentari degli adulti siano considerate relativamente stabili, i principali eventi della vita come diventare genitori possono servire come spunto per il cambiamento comportamentale", spiega l'autore dello studio Betsy Q. Cliff, "Questo crea opportunità per programmi di educazione nutrizionale finalizzati ad aumentare il consumo di prodotti".