La dieta fa bene anche alle articolazioni. Soprattutto nei casi di artrosi secondaria a traumi, sindrome metabolica, (spesso giovanile), esito di necrosi epifisarie, malattie ereditarie, ecc... Dimagrire rallenta la degenerazione della cartilagine con miglioramento del dolore artrosico. «Un trattamento contro l’osteoartrosi – afferma lo specialista ortopedico Giorgio Massini - dovrebbe prevedere azioni per un calo ponderale. I chili di troppo producono seri danni. Più aumenta il tessuto adiposo, più aumenta la produzione di sostanze come le adipochine pro-infiammatorie, che provocano la progressiva degradazione della cartilagine».