Per le popolazioni anglosassoni la prima colazione è un pasto importante che riunisce tutta la famiglia. Le nostre abitudini sono diverse: in Italia, quando la maggior parte dei genitori beve un caffè in piedi al mattino durante la settimana, è difficile far nutrire i ragazzi in modo adeguato. Eppure è fondamentale: se gli adolescenti non consumano almeno latte con cereali o biscotti al risveglio, hanno una caduta dell’attenzione e del rendimento durante la mattinata. Inoltre, con un calo della glicemia, è frequente consumare – più tardi – patatine o merendine di dubbio valore nutrizionale. Per la Fondazione Umberto Veronesi Il fabbisogno energetico giornaliero va dalle 1.900-2.000 kcal dai 7 ai 9 anni, alle 2.250-2.500 oltre i 13 anni.